ATTUALITÀ - ultima ora, ultime notizie, attualità a Brescia e provincia »
Iva, l’aumento su carne e riso colpisce le famiglie povere

La spesa alimentae, dopo quella per l'abitazione, è a voce più importante del budget delle famiglie.

L’ aumento dell’Iva colpirebbe anche beni di prima necessità come carne, pesce, yogurt, uova, riso, miele e zucchero con aliquota al 10 per cento e vino e birra con aliquota al 22% con effetti drammatici sui redditi delle famiglie più bisognose e sull’andamento dei consumi in settori come quello alimentare che è determinante per sostenere la ripresa in atto.
 
 
E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento alla necessità di inserite fin dal prossimo Def norme di sterilizzazione delle clausole di salvaguardia dell’Iva in una situazione in cui secondo Bankitalia in Italia quasi una persona su quattro è a rischio poverta.
 
 
Una necessità per scongiurare un duro colpo alla spesa delle famiglie italiane in alimenti e bevande dopo che nel 2017 e tornata ad aumentare del 3,2% dopo cinque anni di segno negativo secondo elaborazioni Coldiretti sulle rilevazioni Ismea Nielsen.
 
 
La spesa alimentare – conclude la Coldiretti – è la principale voce del budget delle famiglie dopo l’abitazione con un importo complessivo di 215 miliardi ed è quindi un elemento importante per la ripresa dell’economia.
 
 
Data di pubblicazione: 13/2/2018

News:

podcast
podcast
Meteo »
Sponsor »
Calendario »
Sponsor »
Ricerca »
Ricerca per parola chiave:
Data da:
Data a:
?>