ATTUALITÀ - ultima ora, ultime notizie, attualità a Brescia e provincia »
Saef porta Del Piero a Brescia per " Passione Impresa"

Si sono ripercorsi i suoi gol più significativi fino all’emozione per la vittoria del Campionato del Mondo.

Si è concluso il ciclo di incontri proposti da Saef  “Passione Impresa” un momento di confronto tra gli Imprenditori e i professionisti bresciani con ospiti selezionati da Saef che sono riusciti nel proprio settore a raggiungere risultati straordinari.

 

Seguendo il filone di quest’anno, la bellezza di fare impresa, il critico d’arte Davide Dotti ha dialogato con un ospiti d’eccezione, l’ultima serata con Alesssandro Del Piero ripercorrendo la vita del calciatore, dagli esordi nel San Vendemiano, poi al Padova fino alla consacrazione con il ruolo di Capitano nella Juventus, tanto che l’Avvocato Gianni Agnelli lo nominò “Pinturicchio”, si presume, dice Del Piero, perché Roberto Baggio che allora giocava nella Juventus, era soprannominato dallo stesso Avvocato “Raffaello” e io essendo molto giovane ero considerato l’allievo, come Pinturicchio per Raffaello, ma per timore reverenziale nei confronti dell’Avvocato non l’ho mai chiesto direttamente.

 

Si sono ripercorsi i suoi gol più significativi, l’emozione e la gioia per la vittoria del Campionato del Mondo.

 

Si può dire che Del Piero ha proprio vinto tutto quello che un calciatore può sognare.

 

Durante l’incontro si è parlato del suo trasferimento in Australia, di come è stato difficile per la lingua, per il clima e per come è completamente diversa la vita dall’altra parte dell’equatore, ma che in seguito, negli Stati Uniti ha ritrovato il suo equilibrio e ha ricominciato una nuova vita.

 

Ha scelto bene Saef i suoi ospiti, che pur venendo da ambienti differenti, sono riusciti a raggiungere l’eccellenza con pazienza, sacrifici e tanta passione.

News:

podcast
podcast
Meteo »
Sponsor »
Calendario »
Sponsor »
Ricerca »
Ricerca per parola chiave:
Data da:
Data a:
?>