Etichettatura d’origine salumi, Rolfi: vittoria per Brescia e consumatori ora battaglia per altri prodotti

“Il decreto che introduce l’indicazione obbligatoria della provenienza per le carni suine trasformate è stato confermato dalla Commissione europea che non ha opposto resistenza. Una vittoria per Brescia, prima provincia suinicola d’Italia, e per l’intera Lombardia, dove viene allevato il 53% dei maiali a livello nazionale, ma soprattutto per i consumatori che sempre più chiedono carne certificata Made in Italy e che hanno diritto a conoscere l’origine di ciò che consumano”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi in merito all’introduzione dell’obbligo di indicare l’origine delle carni suine trasformate.

Il testo prevede che i produttori indichino in maniera leggibile sulle etichette le seguenti informazioni:

– Paese di nascita: (nome del Paese di nascita degli animali);

– Paese di allevamento: (nome del Paese di allevamento degli animali);

– Paese di macellazione: (nome del Paese in cui sono stati macellati gli animali).

“Ora il decreto deve essere pubblicato in Gazzetta ufficiale e mi auguro che avvenga tutto in tempi rapidi. La dicitura ‘100% italiano’ sarà utilizzabile solo per carni provenienti da suini nati, allevati, macellati e trasformati in Italia. Altrimenti sarà indicata la dicitura “provenienza UE” o “provenienza EXTRA UE”. La trasparenza è fondamentale per tutelare consumatori e allevatori. Siamo la prima regione suinicola d’Italia. Ora è necessario estendere l’obbligo di etichettatura d’origine anche agli altri comparti. Gli allevamenti italiani sono i più controllati d’Europa. La sicurezza alimentare che sappiamo garantire va valorizzata e comunicata“ conclude Rolfi.

Brescia si conferma la prima provincia suinicola d’Italia con 1,4 milioni di suini allevati. Il totale lombardo ammonta a 4,5 milioni di capi, il 53% del totale nazionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.