I gechi nelle vie dell’antica Brixia

Si trattano bene i gechi arrivati a Brescia moltissimi anni or sono.

 

Stabilitisi in centro storico, prediligono da sempre monumenti archeologici e dimore storiche.

 

Tarentola mauritanica, il nome specifico del geco che incontreremo durante la passeggiata serale, è portatore di buona fortuna. Così lo ritenevano gli antichi romani e così è rimasto in molte culture mediterranee. Sarà perché si nutre di insetti e di aracnidi percepiti come molesti o pericolosi da noi umani.

 

Comunque sia, avere un geco che staziona in verticale sulle pareti di casa senz’altro mette allegria e stimola la nostra curiosità verso un mondo, quello crepuscolare, in cui le nostre paure relegano presenze poco note ma non per questo realmente negative. Timori infondati, quindi, che l’esperto smitizzerà presentando la biologia di questi piccoli rettili e la loro etologia.

 

La camminata erpetologica, condotta dal Dott. Vincenzo Ferri, si snoderà lungo le storiche strade che collegano splendide aree archeologiche della Brescia antica.

 

Appuntamento il 1 settembre 2018 davanti al Capitolium, in Via dei Musei a Brescia, alle ore 20:15. Termine serata ore 22. È consigliabile munirsi di binocolo e macchina fotografica.

 

Partecipazione libera e gratuita.

 

Evento molto adatto a bambini ed adulti.

L’evento è patrocinato dal Comune di Brescia, dalla Societas Herpetologica Italica e dal Centro Studi Naturalistici bresciani.

In caso di forte pioggia la serata sarà posticipata a data da destinarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *