Imprese: da 100.000 a 250.000 euro il contributo ai capoluoghi di provincia per lavori di pubblica utilità

“Aumenta da 100.000 a 250.000 euro il tetto massimo del contributo stanziato da Regione Lombardia per ciascun Comune capoluogo di Provincia interessato da lavori di
pubblica utilita’ a lungo termine, minimo sei mesi. Oltre agli esercizi commerciali in sede fissa, la platea dei beneficiari finali del contributo viene allargata ai pubblici esercizi e ai
ristoranti”. E’ quanto stabilito dalla delibera approvata oggi dalla giunta di Regione Lombardia su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli, delibera che va ad ampliare la precedente approvata il 2 agosto scorso.

L’obiettivo e’ di sostenere le Micro e Piccole-Medie imprese del commercio, che svolgono la propria attivita’ in zone interessate da lavori a lunga durata, come
quelli per la metropolitana di Milano o per parcheggi o per costruire altre opere viabilistiche. Le misure si concentrano sulle spese gestionali, per esempio il rimborso di affitti, di quota dei tributi locali, acquisto di fattori produttivi, pubblicita’ e anche canoni e utenze.

“Si tratta di un impegno concreto – spiega Mattinzoli – in aiuto ai capoluoghi che realizzano delle misure di sostegno fondamentali per limitare i disagi subiti dalle
limitazioni perduranti al traffico e dal conseguente calo di affari. Ancora un volta siamo al fianco dei Comuni nell’affrontare questo compito”.

“La misura, sulla base delle disponibilita’ individuate in sede di assestamento di bilancio a fine luglio, conferma lo stanziamento di 300.000 euro complessivi, in attesa della risposta dei Comuni. Risposta che dovra’ arrivare entro il prossimo 16 settembre, ma qualora ci sia la necessita’, – conclude Mattinzoli – in seguito alle richieste pervenute e alla rendicontazione effettuata dai Comuni, possiamo prevedere di aumentare la
dotazione finanziaria totale con un successivo ulteriore provvedimento”.

Le domande di adesione dovranno essere trasmesse a sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *