Active Team La Leonessa, missione compiuta!

Sono state le suggestive vie di Torino a ospitare Domenica 14 Ottobre l’ulti tappa del Giro d’Italia Handbike, una prova particolarmente importante per le atlete e gli atleti dell’Active Team La Leonessa della bresciana Active Sport che hanno concretizzato i sacrifici dell’intera stagione agguantando il titolo Fast Team chiudendo la classifica a squadre con 285 punti di differenza.

Quattro le maglie che si aggiungono a questo ambito traguardo, due Maglie Rosa: quella di Francesca Porcellato per la categoria WH3 e quella di Silke Pan per le WH4. Maicon Chagas De Conceicao, MH4, si conferma miglior giovane dell’edizione 2018 del Giro chiudendo la stagione indossando la Maglia Bianca e piazzandosi quinto, in una delle categorie nella quale è pi difficoltoso emergere. Gioia anche per la Maglia Nera di Giannino Piazza che sfiora il podio degli MH1 con il suo quarto piazzamento.

Ma le soddisfazioni non finiscono qui, Roxana Dobrica, Oscar Signorini e Ivan Berardi salgono sul podio rispettivamente occupando il secondo posto tra le WH3, il secondo gradino tra gli MH2 e il terzo tra gli MH5. Ma il risultato di squadra è frutto dell’impegno, della costante partecipazione a tutte le gare e della passione di tutti gli atleti di Active Sport: Giuseppe Uberti, quinto tra gli MH2; Matteo Duranti, sesto, Massimo Martelli   quattordicesimo; Antonio Catalano dodicesimo tra gli MH4 seguito da Claudio Pietroboni ed Enrico Guerini, trentasettesimo.

 

”Per noi di Active vincere questo titolo che sposa perfettamente la nostra filosofia di dare spazio a tutti e non solo alle eccellenze è stata l’ennesima grande soddisfazione, ancora più grande visto l’incremento, anche quest’anno, di nuovi atleti disabili provenienti dal progetto di avviamento allo sport che svolgiamo tutto l’anno in collaborazione con il reparto riabilitazione di Domus Salutis” – dichiara il Presidente di Active Sport Marco Colombo – orgoglioso di aver ricevuto un riconoscimento dal Giro d’Italia per il progetto sportivo rivolto ad Oscar Signorini neo atleta di Active Sport. “Contiamo su una squadra con il maggior numero di giovani atleti e tengo a sottolineare che questo non è un caso, ma il frutto di un lavoro di costante sviluppo del progetto di avvicinamento e la pratica dello sport a persone con disabilità fisiche sportivo che ha visto incrementare anno dopo anno il numero degli scritti e le necessarie attrezzature sportive. Una mission quella del Direttivo, dello staff e dei volontari di Active che ha come obiettivo primario quello di facilitare l’avvicinamento e la pratica dello sport a persone con disabilità fisiche. Un percorso virtuoso che non sarebbe possibile senza il fondamentale aiuto dei nostri sponsor che dall’inizio hanno creduto in noi, condiviso gli obiettivi e che sostengono i costi per l'acquisto delle costose handbikes e delle trasferte del team. Un GRAZIE particolare alla Famiglia Camozzi da sempre nostro principale sostenitore sia dei progetti sportivi che culturali, alla Leonessa Group, alla MAW, alla Normalien, al Museo 1000 Miglia, alla Tiemme, all’OMR e a tutte le altre aziende bresciane che ci hanno sostenuto dimostrando una sensibilità e attenzione senza pari a livello nazionale. A tutti loro dedichiamo questa stagione incredibile”

“Sono molto orgoglioso e fiero di tutti i ragazzi e le ragazze della squadra – afferma il Capitano Sergio Balduchelli – ci eravamo posti un obiettivo e lo abbiamo raggiunto con l’impegno e il sacrificio di tutti. La vittoria del titolo Fast Team è un riconoscimento che testimonia ancora una volta l’importanza di essere un Gruppo unito dove possono spiccare le eccellenze individuali ma dove il contributo di ciascun atleta risulta fondamentale per il traguardo da raggiungere,  diversamente non sarebbe possibile. – Prosegue Balduchelli – sono quindi felicissimo del premio conseguito e un grande plauso alle maglie rosa, alla maglia bianca e nera”.

‘’Durante tutte le tappe del giro d'Italia ho avuto modo di constatare – sottolinea il preparatore sportivo Gianluca di Rosario – i miglioramenti raggiunti da parte di tutti gli atleti e la loro determinazione verso un obiettivo comune. I progressi consolidati testimoniano l’impegno straordinario di ognuno nel realizzare la vision che il gruppo Active Sport mira a perseguire, fondata sull’inclusione sportiva, culturale e sociale delle persone con disabilità, ponendola in una posizione di rilievo e grande interesse a livello nazionale e internazionale’’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *