I problemi del TPL e del Metro’ a Brescia

Si è svolto nel primo pomeriggio di venerdì 9 novembre u.s. a Brescia un incontro promosso dall’Agenzia del Tpl di Brescia, nella sede di via Marconi, con i Rappresentanti bresciani delle Istituzioni regionali. Un confronto sollecitato per evidenziare alcuni rilevanti problemi in tema di Trasporto pubblico e per offrire spunti di riflessioni utili ed auspicabilmente per un conseguente impegno operativo e finanziario.

L’incontro si è svolto con la partecipazione del Cda dell’Agenzia del TPL di Brescia –  Presidente Claudio Bragaglio, Vicepresidente Corrado Ghirardelli e la consigliera Lucia Guerini – e del Direttore Alberto Croce, i Soci dell’Agenzia – per il Comune e la Provincia di Brescia presenti rispettivamente l’Assessore Federico Manzoni e il Consigliere delegato Diego Peli –  l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli e i Consiglieri regionali Ferdinando Alberti (M5S), Federica Epis, Paolo Ghiroldi  (Lega Nord), Gianantonio Girelli (PD), Simona Tironi (Forza Italia).

Nella stessa giornata si sono altresì avuti anche contatti e ulteriori incontri con altri esponenti bresciani della Giunta regionale in particolare con l’Assessore al Bilancio Davide Caparini e  l’Assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi.

 

I temi principali affrontati durante l’incontro hanno riguardato:

 

  • Il problema della adeguatezza e stabilità delle risorse complessive necessarie per il funzionamento del sistema del Trasporto Pubblico Locale (TPL);
  • l’adeguamento della legge regionale 6/2012 “Disciplina del settore dei trasporti”, con riferimento alla necessaria valorizzazione di Province e Comuni;
  • le criticità per il territorio bresciano derivanti dall’applicazione dei criteri e della metodologia connessi ai cosiddetti “costi standard” e “fabbisogni standard” (stabilita nella Delibera regionale 7644 del 28.12.2017) e le questioni collegate relative alla ripartizione per bacini dei contributi regionali al TPL;
  • le criticità della situazione bresciana, nonostante l’impegno della Provincia di Brescia e del Comune Capoluogo, riferite alla mancanza di risorse riscontrate già per l’esercizio 2018 e al conseguente rischio di tagli ulteriori o di riduzioni del servizio per il 2019, nonché all’incertezza delle risorse necessarie per assicurare una programmazione pluriennale del TPL.

 

“Un incontro costruttivo” ha sottolineato il Presidente dell’Agenzia del Tpl di Brescia Claudio Bragaglio al termine della riunione esprimendo un giudizio positivo sia sull’incontro che per la prosecuzione di un confronto futuro per la definizione di impegni concreti per il TPL a partire dal Metrò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.