Oltre 44 milioni per inserimento di persone con disabilità al lavoro

Regione Lombardia ha approvato lo stanziamento di 44,3 milioni di euro per l’inserimento lavorativo delle persone disabili nel periodo 2019/2020.

 

La delibera è stata approvata dalla Giunta su proposta dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli di concerto con gli assessori Stefano Bolognini (Politiche sociali, abitative e Disabilità) e Silvia Piani (Politiche per la famiglia, Genitorialità e Pari opportunità).

Regione Lombardia  intende focalizzare l’attenzione sull’integrazione tra le misure di istruzione e formazione professionale con quelle di inserimento nel mondo del lavoro di persone disabili anche attraverso nuove forme di flessibilità e alternanza scuola lavoro. L’obiettivo è diffondere sempre di più in Lombardia la formazione professionale, l’inserimento e il mantenimento lavorativo. La creazione di un catalogo regionale degli operatori specializzati per la disabilità e lo sportello che supporta le aziende nel ‘collocamento mirato’, rispondono alla forte esigenza di garantire, su tutto il territorio regionale, una maggiore conoscenza dell’offerta di servizi”.

 

Il provvedimento si rivolge alle persone con disabilità, sia disoccupate iscritte al collocamento mirato (legge 68/99) che occupate ma in situazioni di difficolta lavorativa, e arricchisce le politiche già avviate a sostegno delle persone con fragilità.

La Dote Impresa prevede incentivi rivolti alle aziende che assumono persone con disabilità; a questa misura si affianca la Dote Lavoro che comprende servizi di accompagnamento agli inserimenti lavorativi, formazione e work experience.

Tra gli interventi verranno presi in considerazione anche percorsi di ‘alternanza scuola-lavoro’ con esperienze sul campo nei percorsi curriculari e di apprendistato, oltre che in quelli di istruzione e formazione professionale.

 

Regione Lombardia avvierà anche due nuove misure: l’attivazione dello ‘Sportello lavoro disabilità ‘Promotore 68’, finalizzato ad affiancare le aziende nei servizi del ‘Collocamento mirato’ e il ‘Catalogo regionale degli operatori’ volto a garantire, su tutto il territorio regionale, una maggiore conoscenza dell’offerta di servizi alle persone destinatarie di Dote lavoro-disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.