Brescia doma i Lupi e supera la prova del nove

Una gara con due squadre di gran carattere che tiene sul filo del rasoio gli 800 spettatori del San Filippo e regala adrenalina e spettacolo per cinque set. La Centrale Sferc McDonald’s si conferma tra le grandi del campionato, capace di soffrire e andare avanti con lucidità. Sotto 0-1, riparte e vince una battaglia combattuta punto a punto contro una Kemas Lamipel mai doma.

Starting six: Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Totire risponde con Acquarone incrociato a Wagner; Colli e Snippe di banda, Ferraro e Bargi al centro e Taliani libero.

I Lupi partono forte al servizio e un muro di Bargi su Valsecchi segna il primo break ospite (1-2) che si protrae tra una botta di Cisolla e una risposta di Wagner finché Colli non si fa protagonista del set: mette a segno l’ace del 16-19 e, sul suo turno di servizio, Santa Croce prende il largo e disorienta l’attacco bresciano con una serie di muri ben piazzati. Spezza il filotto Bisi, ma solo sul 17-24. Un guizzo finale per i tucani con Signorelli – dentro per Mijatovic – che ferma Wagner, ma l’invasione bresciana chiude il parziale (19-25).
Bisi accorcia con un ace e Valsecchi pareggia a 4 con un primo tempo servito ottimamente da Tiberti: Cisolla sigla il sorpasso con un servizio insidioso e poi si mostra in un’ottima difesa, come lo è la successiva di Bisi, che salva con un piede e infiamma il match. Milan si carica al servizio (9-7),e alza la voce in prima linea, Signorelli copre tutto, Tiberti smarca Bisi e Cisolla e Brescia fa urlare i suoi tifosi (19-14). Il turno di Milan dai nove metri è implacabile e trascina i suoi (21-14); Bisi e Cisolla con il braccio pesante guidano i Tucani al set ball (24-17). Chiude un muro di Tiberti e si riparte da zero.

Brescia vola 4-1, un muro di Bargi su Milan accorcia il gap, ma c’è l’ace di un Tiberti mai così determinato (7-3). Snippe salva una palla in tribuna (7-5), come a dire che i Lupi non si sono fatti intimidire; Signorelli, confermatissimo al centro, attacca di prima intenzione e difende, Ciso piega le mani del muro (10-7) e il capitano può servire i suoi centrali (16-13). Vincente il cambio Catellani – Candeli (21-16); Acquarone trova l’ace corto, ma poi manda in rete (22-18) e permette ad un Cisolla spietato di andare a prendersi il set ball. Servizio out e Brescia comanda.

I conciari non si perdono d’animo e si riparte colpo su colpo: Tiberti difende un bolide di Wagner e Signorelli stampa Snippe (6-5); Cisolla sistema ogni palla e Bisi va a segno dai nove metri (11-10), Totire butta Grassano nella mischia per Snippe, ma è la diagonale di Cisolla a strappare il 13-11. I Lupi non mollano, infilano un break di 4 punti (13-15) e Zambonardi deve fermare una seconda volta, dopo due errori che rischiano di compromettere il set (13-17). E’ Bisi a lanciare la rimonta, aiutato da Signorelli – gladiatore con due monster block – e da Tiberti e Scanferla, granitici in difesa (19-20), ma il finale scivola via con due disattenzioni e un ace di Bargi che valgono il tie break.

Due palle sulla riga di fondo e Brescia deve rincorrere (1-3). Grassano ferma Cisolla (6-7) e Tiberti raccoglie tutto; l’ace di Wagner (7-9) pesa ma i Tucani ci sono e con pazienza risalgono: Milan riporta lo score a +2 (11-13), Bisi col mani out si prende il primo match ball (12-14) e l’urlo del San Filippo arriva sull’errore dai nove metri di Colli, protagonista comunque una gran partita.

Milan, MVP con 25 punti (2 ace) e il 61% in attacco: “Un match spettacolare, con il primo tie break della stagione che ci ha dimostrato che abbiamo una buona resistenza e sappiamo restare calmi. Bello vincere così, con un pubblico che ti sostiene sempre”.

Bisi, 24 punti e 2 ace: “Ci stiamo misurando con squadre sempre più forti e quotate e ce la stiamo giocando. Un bel risultato, ma il nostro obiettivo non cambia: un match alla volta, senza pensare troppo in là”.
Zambonardi: “Dopo il primo set non era facile restare calmi e ripartire. Questi ragazzi invece sono stati bravi ad avere pazienza senza scoraggiarsi, fronteggiando un’avversaria forte e determinata che ha fatto un’ottima partita. Noi abbiamo lavorato bene in copertura e al servizio, ma dobbiamo migliorare a muro e in difesa”

CENTRALE SFERC McDONALD’S- KEMAS LAMIPEL 3 – 2 (19-25; 25-17; 25-20; 22-25;15-13)

Brescia: Tiberti 2, Bisi 24, Cisolla 14, Milan 25, Valsecchi 4, Mijatovic, Scanferla (L), Candeli, Catellani, Crosatti, Signorelli 9, Ne:Rodella, Tasholli. All. Zambonardi

Santa Croce: Acquarone 3, Wagner 26, Bargi 9, Ferraro 7, Snippe 9, Grassano 3, Taliani (libero), Baciocco, Colli 18, Crò, Tamburo, Andreini (libero), n.e. Miselli All. Totire.

Muri: Brescia 7, Santa Croce 12
Ace: Brescia 5, Santa Croce 7
Battute sbagliate: Brescia 14, Santa Croce 17
Errori: Brescia 25, Santa Croce 28

Durata set: 27’,26’,27’,32’,21.
Arbitri:Alessandro Cavalieri e Emilio Sabia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *