Camera di Commercio: approvato il Bilancio Preventivo 2019

Il Consiglio della Camera di Commercio di Brescia, nella riunione di ieri, ha approvato all’unanimità il Bilancio Preventivo per l’anno 2019.

Il Budget 2019 evidenzia, sul fronte delle entrate correnti, un introito pari a 22,5 mil./€, in gran parte ascrivibile alle entrate derivanti dal diritto annuale (70%) e ai diritti di segreteria (28,8%), a riprova del fatto che l’Ente camerale è del tutto autonomo dal punto di vista del reperimento delle dotazioni finanziarie e non si avvale, di fatto, di nessun’altra significativa fonte di finanziamento o trasferimento statale.

Le spese correnti ammontano a 26,5 mil./€, per il 49,9% destinate alla promozione economica, per il 22,2% al personale e per l’11,4% al funzionamento.

Particolare impegno è rivolto alla promozione economica delle imprese e del territorio, anche mediante l’utilizzo di circa 4 mil./€ derivanti dagli avanzi patrimoniali accantonati negli anni precedenti.

In particolare, per l’anno 2019 le risorse camerali destinate alla promozione economica delle imprese e del territorio bresciano ammontano a 13,2 mil./€, con un significativo incremento rispetto ai  10,8 mil./€ stanziati nel 2018. Tali risorse verranno principalmente destinate a supportare le PMI per favorire  l’accesso al credito, per la promozione del territorio e per l’internazionalizzazione.

Sul tema dell’innovazione continua l’impegno camerale per accompagnare le imprese nel percorso di sviluppo della propria dimensione digitale, con percorsi informativi, formativi, consulenziali e di investimento su tema dell’impresa digitale 4.0.

Confermato anche l’impegno per facilitare la connessione tra mondo dell’impresa e sistema scolastico, al fine di favorire la formazione professionale e l’alternanza scuola-lavoro.

“Il bilancio preventivo 2019 – è il commento del Presidente dell’Ente camerale bresciano, Giuseppe Ambrosi – vede un rinnovato e significativo impegno sul fronte del credito alla PMI dove, proprio grazie ad un intervento della Camera di Commercio di Brescia presso i competenti organi ministeriali, è stato possibile sbloccare una situazione che vedeva le Camere di Commercio, di fatto, impossibilitate a postare in bilancio specifiche risorse in proposito. E’ altresì rilevante l’intervento in tema di formazione ed innovazione, altri ambiti decisivi per lo sviluppo della nostra economia nel prossimo futuro, nei quali, a seguito della riforma del 2016, le Camere di Commercio stanno giocando un ruolo sempre più importante”.

La Camera di Commercio di Brescia – aggiunge il Segretario Generale Massimo Ziletti – come testimonia il confronto con le altre consorelle del cluster di riferimento – ossia quelle con più di 80.000 imprese iscritte al Registro Imprese – vanta una tra le migliori performance in tema utilizzo delle proprie risorse finanziarie a favore delle imprese e del sistema economico territoriale. L’incidenza del valore degli interventi economici sugli oneri correnti si attesta infatti al 30,8%, contro una media nazionale del cluster pari al 18,8% (dato riferito all’anno 2017), mentre l’incidenza degli oneri di funzionamento, accantonamento e ammortamento si assesta al 28,3% contro il 40,4% del cluster.

Da evidenziare infine che gli interventi camerali di sostegno all’economia provinciale, tra interventi promozionali ed investimenti, consentiranno nel 2019 di “restituire” – in termini di azioni e progetti di sostegno e di promozione delle imprese e del territorio – un valore medio di circa 146,65 euro per ogni impresa iscritta al Registro Imprese della Camera di Brescia, a fronte di un diritto annuale medio versato di 114,11 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.