Rischio Tar per la tassa di soggiorno

Al centro della contesa, l’aumento delle tariffe della tassa di soggiorno. Con un ricorso al Tar che se venisse accolto potrebbe davvero far saltare il banco: sospendere i provvedimenti e appunto annullare la delibera.

 

L’architetto Pierfrancesco De Simone, proprietario di una casa vacanze a Rivoltella, ha impugnato al Tar la delibera di giunta del 13 novembre scorso, che di fatto ha aumentato di altri 50 centesimi (lo stesso aumento deliberato nel 2017) il costo del pernottamento dei turisti di case e appartamenti vacanze, che ora dovranno versare 1,50 euro a notte. Come per gli alberghi a quattro stelle.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *