Pista ciclopedonale di Limone: arrivata a 200mila passaggi

Il conta-persone posizionato all’imbocco sud della galleria Naiadi non si fa sfuggire un passaggio. Ne ha contati più di 200mila.  Se escludiamo Gardaland e i parchi tematici veronesi, è una delle maggiori attrattività del Garda. Il bilancio del primo anno di apertura si farà a metà luglio, ma di certo per quella data la ciclabile a sbalzo conterà più passaggi di quelli registrati ogni anno al Castello Scaligero di Sirmione (315mila visitatori), o alle Grotte di Catullo (280mila) o ancora al Vittoriale di Gardone Riviera (265mila).

 

Per l’economia limonese è una grandissima fonte di guadagno, tanta gente sulla pista si traduce in pernottamenti negli hotel, tavolate nei ristoranti, consumazioni nei bar, acquisti nei negozi, economia e turismo, anche nei periodi di bassissima stagione come questo. «Solo domenica scorsa abbiamo registrato 2.500 passaggi», dice il sindaco Franceschino Risatti, che ha fortemente voluto quest’opera e che ora si augura che l’esempio limonese possa imprimere un’accelerata al progetto dell’anello ciclabile del Garda.

Realizzata nel giro di due anni, tra settembre 2016 e giugno 2018, grazie a un contributo dei Fondi per i Comuni di confine di 7 milioni di euro, la ciclabile di Limone ha insomma fatto centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *