16 nuovi autisti assunti da Brescia Mobilità

Lanciato alla fine del 2017, il bando per la selezione di giovani autisti si conclude in questi giorni con l’assunzione di 16 risorse su un totale di 20 partecipanti e oltre 100 candidature.

La proposta, nuova e originale all’interno del panorama lavorativo italiano, nasceva dalla consapevolezza che prepararsi al mestiere di autista non sia cosa semplice e immediata: serve una formazione solida, la patente D e da qualche anno anche la Carta di Qualificazione del Conducente Persone (CQC Persone). Un iter faticoso e dispendioso da intraprendere, soprattutto da parte dei più giovani.

Alla luce di ciò, Brescia Trasporti ha deciso di lanciare a novembre del 2017 in via sperimentale un bando aperto a tutti gli under 30 in possesso di requisiti minimi – licenza di scuola media inferiore e possesso della patente B – e farsi carico dell’intero percorso formativo, offrendo così un’opportunità ai giovani in cerca di lavoro. L’attività di formazione è stata infatti totalmente gratuita per i ragazzi coinvolti, in quanto sostenuta interamente dall’azienda che ha investito nel complesso circa 100.000 euro.

Il bando è stato subito accolto con grande entusiasmo e quelli che inizialmente dovevano essere 10 candidati, son ben presto diventati 20: le domande di assunzione hanno infatti superato quota 100, a dimostrazione dell’efficacia della proposta e dell’interesse da parte dei giovani ad investire tempo nella propria formazione.

Al termine delle selezioni, i candidati scelti – sulla base dei curricula presentati e di colloqui motivazionali – sono stati iscritti presso autoscuole autorizzate al rilascio della patente D e del CQC Persone e, contemporaneamente, sono stati coinvolti in un percorso formativo di oltre 100 ore comprendenti lezioni di guida e corsi teorici e pratici, finalizzati ad acquisire tutte le competenze necessarie per poter svolgere al meglio il ruolo di conducente di mezzi pubblici. Entrando nel dettaglio del programma affrontato dai giovani presso Brescia Trasporti, è possibile evidenziare 8 ore dedicate alle norme e alle informazioni per gli utenti; 12 ore dedicate all’apprendimento della gestione del servizio (organizzazione orari, linee e turni, regolamento, ecc); 24 ore dedicate allo studio dei fondamenti di meccanica e della manutenzione; 12 ore dedicate all’analisi del ruolo e delle responsabilità del conducente; e 16 ore dedicate all’apprendimento delle norme di sicurezza e anticorruzione. Di fondamentale importanza le 8 ore dedicate alle simulazioni di situazioni critiche e, naturalmente, la pratica di guida, alla quale son state dedicate in tutto 28 ore.

E per poter raggiungere l’assunzione a tempo indeterminato all’interno di Brescia Trasporti, i candidati, nel corso del lungo iter di preparazione, hanno dovuto sostenere e superare alcune prove di verifica.

Da segnalare l’età media del gruppo, come era nelle aspettative, pari a 26,3 con il più giovane che ha da poco compiuto 22 anni.

Con questa proposta Brescia Trasporti ha voluto lanciare e testare una modalità innovativa di selezione del personale, che si propone il duplice scopo di favorire l’ingresso in azienda dei neo-assunti – con un bagaglio di conoscenze più solide e verificate, a tutto vantaggio della qualità del servizio – e garantirsi un canale preferenziale nella ricerca di conducenti validi e competenti.

E Il riscontro più che positivo ha spinto l’azienda a decidere di rendere permanente l’iniziativa, creando una vera e propria fucina interna di risorse, una scuola “Giovani Allievi Brescia Trasporti” che si spera nel tempo possa consolidare una nuova classe di autisti, formati e maturati dalle stesse risorse che costituiscono e portano avanti con successo il servizio di trasporto pubblico. Il secondo bando uscirà a breve, in aprile, e vi sarà quindi l’opportunità per molti altri giovani di intraprendere lo stesso percorso che i loro coetanei hanno appena concluso con grande entusiasmo.

Il Gruppo Brescia Mobilità si conferma una realtà lavorativa importante del nostro territorio, che ricordiamo impiega complessivamente 714 persone (440 la sola Brescia Trasporti). La formazione riveste da sempre, e sempre di più negli ultimi anni, un asset fondamentale dell’azienda: la sola Brescia Trasporti eroga in un anno oltre 1900 ore di formazione. Ugualmente, il bando per giovani allievi costituisce una importante e non ancora sperimentata novità (esperienze analoghe sono state intraprese da aziende private ma non ancora nel settore del trasporto pubblico in Italia) che, si auspica, possa continuare ad attirare e coinvolgere sempre più ragazzi in cerca di lavoro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *