E’ nata a Brescia Freelance Hub

Grande successo per la presentazione del progetto Freelance Hub, la community di liberi professionisti di Brescia e provincia, creato dalle sorelle Eleonora e Francesca Valenti di Valenti04 e patrocinato da Comune di Brescia, Provincia di Brescia e Camera di Commercio.

L’evento, tenutosi in Talent Garden – main partner del progetto – e concomitante con il primo Lab “Che fatica i preventivi!” a cura di Augusto Pirovano di Super Good Life, ha segnato l’“overbooking” già giorni prima dell’appuntamento con grande soddisfazione delle organizzatrici.

Abbiamo creato questo progetto perché siamo innanzitutto libere professioniste che prediligono lavorare con altri freelance – affermano Eleonora e Francesca Valenti. Avvertivamo da tempo un vuoto nell’offerta di formazione e network per i lavoratori autonomi sul nostro territorio. I liberi professionisti sono votati alla ricerca e alla crescita professionale ma spesso arrancano per trovare strumenti, risposte, che spesso non sono univoche. Per questo abbiamo deciso di dare vita a questa community: dare, grazie ad esperti in materia di lavoro autonomo, risposte concrete ed utili sia a chi è già libero professionista, sia a chi vuole diventarlo”.

IL MANIFESTO: #freelancersdoitbetter, il lavoro autonomo come valore. Il progetto nasce per promuovere la cultura del lavoro autoimprenditoriale, portando all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo del lavoro il lavoratore indipendente come valore, sfatando il falso mito che essere freelance sia una scelta di ripiego in mancanza di alternative professionali.

Crediamo nella competenza, impegno e talento dei liberi professionisti, nella loro attitudine alla continua formazione e specializzazione, quali motore dello sviluppo economico del nostro territorioafferma Eleonora Valenti –  e che dalla loro collaborazione possano nascere progetti potenzialmente migliori di quelli sviluppati in strutture statiche (in una parola: #freelancersdoitbetter). Proprio per questo il simbolo del progetto è formato dalla metà di un cuore e di un cervello. Per essere libero professionista ci vuole testa: non è sufficiente concentrarsi sulle proprie competenze professionali specifiche, ma bisogna formarsi e aggiornarsi continuamente in contabilità, amministrazione, promozione e comunicazione. Essere freelance rimane però innanzitutto una scelta di cuore, di passione, che permettono di affrontare un impegno e una responsabilità così grande”.

MULTISETTORIALITÀ: l’approccio innovativo. “In Freelance Hub è innovativo l’approccio trasversale al mondo del lavoro freelance – afferma Francesca Valenti. Il pensare al libero professionista in quanto tale e non perché appartenente ad una categoria più o meno tutelata, come l’ordine dei giornalisti, degli architetti o degli avvocati. L’approccio permette così di dare strumenti di “sopravvivenza” universali al lavoratore autonomo per semplificare alcuni aspetti della vita imprenditoriale, alimentare il senso di community e costruire una rete di stakeholder che possa sostenerlo nello sviluppo della propria attività”.

PERCHÉ PARTECIPARE: i liberi professionisti potranno scoprire grazie alla multisettorialità di Frelance Hub una rete di contatti con cui instaurare nuove relazioni, trovare nuove collaborazioni, clienti e fornitori. Potranno inoltre imparare a promuoversi senza necessità di grandi budget, trovare le risposte ai propri dubbi (dal regime fiscale da scegliere al welfare, dal personal branding a come fare un preventivo e un contratto, da come gestire i reclami a come utilizzare l’email marketing) e usufruire di sconti e convenzioni messi a disposizione dai partner del progetto e da altri freelance

COME PARTECIPARE: la partecipazione alla community on-line è gratuita (è attivo il gruppo Facebook groups/freelancehubcommunity, sito internet www.freelancehub.it con blog e newsletter) e permette di seguire gli aggiornamenti continui, le pillole e gli approfondimenti su tutti i temi della vita da freelance, oltre ad interagire con altri liberi professionisti e con i Freelance Coach.

Mensilmente presso TAG si terranno gli incontri formativi, informativi e relazionali ai quali è possibile iscriversi tramite Eventbrite (il progetto è autofinanziato, per questo l’iscrizione prevede in alcuni casi una fee simbolica per la partecipazione da parte dei partecipanti). Ad ottobre 2019 si terrà inoltre il Freelance Day in concomitanza con la European Freelance Week: un’intera giornata dedicata al freelance con workshop, tavole rotonde, attività di network e lab.

 

 

A CHI È RIVOLTO IL PROGETTO: ai liberi professionisti, indipendentemente dal regime fiscale in cui sono inquadrati, e a chi vuole diventarlo, senza limiti di età.

FREELANCE HOUSETalent Garden ha con entusiasmo sposato il progetto divenendo Main partner dei Freelance Lab e “casa” dei liberi professionisti. “TAG condivide appieno lo spirito del progetto – afferma Irada Plaka, Campus Manager di Talent Garden Brescia. È nostro desiderio far sì che il nostro co-working e area eventi diventi il punto di riferimento e di appoggio per i freelance del territorio e per fare innovazione. Vogliamo che i liberi professionisti sappiano che in TAG si possono incontrare, chiarire i loro dubbi e trovare esperti che li possano indirizzare per sviluppare al meglio la propria attività e con Freelance Hub questo è possibile”.

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO – Proprio nell’ottica della condivisione è diventata partner del progetto anche Smart, società mutualistica per freelance ed artisti a livello europeo, dal 2014 anche in Italia. Smart sarà il coach del secondo incontro della community il prossimo 11 Aprile alle ore 18.00 in TAG sul tema “Soluzioni e tutele per freelance”.

Smart è una cooperativa che ha l’obiettivo di tutelare e sostenere tutti i lavoratori così detti atipici – afferma Morea Velati di Smart –  che svolgono quindi professioni non facilmente incasellabili in categorie, che spesso svolgono più mansioni e che sono caratterizzati da discontinuità economica e finanziaria. Il mondo del lavoro è cambiato e solo attraverso il mutualismo e la condivisione saremo realmente in grado di ridefinire un welfare rivolto a tutti. Siamo felici di assistere alla nascita di Freelance Hub perché siamo convinti sia uno strumento il linea con i nostri principi e in grado di affrontare le sfide del mondo del lavoro”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.