MUSIL, Paride Saleri eletto nuovo presidente

Paride Saleri è il nuovo presidente della Fondazione musil – Museo dell’industria e del lavoro di Brescia per i prossimi quattro anni, affiancato dal vicepresidente Giovanni Tampalini e dal Direttore Pier Paolo Poggio, Valerio Castronovo mantiene la carica di Presidente Onorario.

 

La sua nomina è stata ufficializzata questa mattina, 18 aprile 2019, dal Consiglio di Indirizzo della Fondazione musil composto dai rappresentanti di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Brescia, Comune di Cedegolo, Comunità Montana di Valle Camonica, Fondazione Civiltà Bresciana, Fondazione Luigi Micheletti, Associazione Industriale Bresciana, Università degli Studi di Brescia e A2A Spa.

 

Paride Saleri ha costruito dal nulla un’azienda meccanica fortemente innovativa, specie dal lato dei contenuti tecnologici e delle relazioni industriali.  Ha saputo collocarsi in una dimensione internazionale, in un settore destinato a sicura espansione nell’immediato e nel medio periodo; un contesto in cui vale la qualità del prodotto e la capacità di innovazione continua, entro scenari soggetti a rapidi cambiamenti. La stessa lungimiranza risulta nella gestione e valorizzazione del personale e collaboratori.

 

Nella sua prima dichiarazione il neo presidente afferma  “La consapevolezza che gli Industriali influenzano il territorio dove operano, tanto sul piano materiale che su quello culturale, motiva l’attenzione nei riguardi di iniziative come quella del Museo dell’industria e del lavoro.  L’intenzione è di contribuire a offrire alla nostra Comunità uno strumento  – da molti anni progettato in seno alla Fondazione Micheletti –  moderno e vivo. Rappresenterà la storia dell’industria, soprattutto bresciana, nelle sue ineludibili componenti:  quella imprenditoriale e quella del lavoro. Vorrà essere uno degli strumenti per ricordare il passato e per realizzare al meglio il nostro futuro”.

 

Il Presidente onorario del Musil, professor Valerio Castronovo, nel dare il benvenuto al neo-presidente Paride Saleri, si augura (come ha auspicato il 31 gennaio scorso in un convegno alla locale Associazione industriale) che presto possa giungere infine a compimento il complesso lavoro di realizzazione della sede centrale del Musil di Brescia, a conclusione del progetto iniziale volto a dotare il nostro Paese di un grande museo dell’industria e del lavoro analogo a quelli di altre importanti nazioni europee.

 

Da parte del Presidente della Fondazione Luigi Micheletti e Consigliere del musil Aldo Rebecchi arrivano i migliori auguri di buon lavoro e i ringraziamenti di tutto il Consiglio  “Ha seguito sin dagli inizi la vicenda del musil, dimostrando concretamente di crederci perché ne ha colto la valenza, nell’intreccio tra dimensione tecnica e culturale:  uno strumento prezioso per raccontare la storia della manifattura bresciana, la sua realtà attuale, il futuro a cui tende, aprendosi alla società e alle giovani generazioni”.

Esprime grande soddisfazione per il risultato raggiunto anche il Presidente di AIB Giuseppe Pasini,  “L’Associazione Industriale Bresciana ha appoggiato fin dall’inizio il progetto di creazione del musil, una iniziativa culturale di spessore internazionale che ben rispecchia e valorizza le radici e i valori del tessuto industriale bresciano. È giusto ricordare la nostra storia attraverso un percorso che crea cultura d’impresa. A beneficiarne saranno in prima battuta i nostri giovani che troveranno all’interno del musil i giusti contenuti per innovare la nostra straordinaria capacità industriale. Siamo estremamente soddisfatti della nomina a Presidente di Paride Salieri, valido rappresentante dell’industria bresciana, a testimonianza del nostro coinvolgimento nell’iniziativa”.

 

Federico Ghidini, consigliere della Fondazione musil e Presidente del Gruppo Giovani  Imprenditori di Confindustria Lombardia,  da sempre sostenitore del progetto, si augura che tale patrimonio culturale possa dare ai nostri concittadini e soprattutto alle giovani generazioni un’occasione per avvicinarsi al mondo dell’industria e alle sue trasformazioni.

 

 

 

BIOGRAFIA

 

Paride Saleri, 69 anni, nato a Lumezzane, è attualmente Presidente della OMB Saleri SPA. Laureatosi in Scienze Politiche all’Università Statale di Milano con la tesi  “Ruolo di Filippo Carli nell’ambito del Nazionalismo economico Italiano dell’inizio ‘900”, acquisisce nel 1980 l’Officina Meccanica Bresciana – OMB, una piccola fabbrica artigiana produttrice di minuterie metalliche e valvole di arresto per  uso domestico di gas e acqua. Negli anni successivi amplia l’attività inserendosi con successo nei mercati delle valvole di sicurezza a gas per autotrazione e per motori alimentati a gpl e metano.

Oggi l’azienda è leader internazionale del settore con una presenza globale in 50 Paesi, 170 dipendenti e con un fatturato di oltre 50 milioni di euro. I processi e i prodotti della OMB Saleri  sono certificati secondo gli standard qualitativi ISO 9001:2008e ISO/TS 16949:2009 in accordo ai requisiti d’eccellenza richiesti dal mercato automotive O.E.M. (Original Equipment Manufacturer) e After-Market.

Impegnata nella ricerca costante di prodotti e processi innovativi, l’azienda è da sempre attenta alle politiche di welfare aziendale e opera in un sistema di gestione ambientale certificato ISO 14001:2004, garantendo elevati standard di qualità e rispetto ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *