Nuove linee guida per l’edilizia scolastica

Approvati a larga maggioranza i nuovi indirizzi per la programmazione degli interventi a favore del patrimonio scolastico per il triennio 2019-2021

Si tratta in sostanza di linee guide da seguire nel corso dei prossimi anni per migliorare la situazione degli edifici scolastici della Lombardia e garantire il miglior servizio possibile agli studenti, agli insegnanti e, di conseguenza, alle loro famiglie.

Tra gli obiettivi, lo smantellamento dell’amianto all’interno degli edifici pubblici, l’adozione di tecniche e principi costruttivi di bioarchitettura, bioedilizia e risparmio energetico, l’uso delle strutture aperto alle comunità locali anche nel tempo libero, l’innovazione della didattica e dell’apprendimento (scuola digitale, sviluppo di reti multimediali, ecc).

Tra i principi ribaditi nel nuovo piano vi è anche quello dell’adeguamento alle nuove esigenze di ottimizzazione del rapporto docenti studenti. L’aumento del numero minimo di studenti per classe e la diminuzione del personale non docente richiedono maggiore attenzione all’effettiva capacità degli edifici scolastici di mantenere un numero di studenti adeguato agli standard nazionali di riferimento ( legge 133/2008).

Si prosegue inoltre sulla strada del potenziamento dell’Anagrafe regionale del patrimonio edilizio, strumento efficace per l’aggiornamento costante della situazione degli edifici presenti sul territorio e del Fondo per l’edilizia scolastica. Quest’ultimo è stato istituito nel 2007 per supportare interventi di realizzazione, riqualificazione, ampliamento e adeguamento normativo e potenziamento delle dotazioni tecnologiche. A tal fine l’obiettivo è quello di prevedere sperimentazioni volte a favorire la razionalizzazione del sistema scolastico, la dismissione di sedi improprie, l’efficienza energetica, la rimozione dell’amianto, il contenimento dei costi di gestione e l’apporto di risorse provenienti da soggetti privati, il potenziamento o la nuova realizzazione di ausili didattici digitali per la didattica.

Edifici scolastici in Lombardia – Secondo i dati dell’Anagrafe del patrimonio edilizio, nella nostra Regione si contano 5898 edifici attivi che fanno capo agli enti locali: 1879 (31,85% del totale) sono stati costruiti prima del 1960,1819 (30,84%) tra il 1961 e il 1975 e 2.058 (34,89%) dal 1976 ad oggi. Il 69,67% degli edifici possiede il certificato di collaudo statico, Il 62,38% e il 43,83%  non hanno rispettivamente il certificato di prevenzione incendi e di agibilità/abitabilità. L’80,59% ha il invece il piano di emergenza e il 70,01% è dotato di accorgimenti per ridurre i consumi energetici. Le barriere architettoniche risultano rimosse nel 80% circa degli edifici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *