La tradizione del Lago di Garda, torna il Palio delle Bisse

Ricomincia l’avvincente sfida a colpi di remo che sul Garda si rinnova, come narrano le cronache, dal 1548, quando ebbe luogo nel golfo di Salò la prima regata remiera gardesana per salutare l’arrivo del Provveditore veneziano Stefano Tiepolo.

Lo spettacolo delle bisse, evento che è sia sportivo che folcloristicocomincerà sabato 15 giugno a Lazise, uno dei paesi fondatori della Lega Bisse del Garda assieme a Gargnano, Garda e Bardolino, nonché vincitore, nel 1967, della prima edizione della Bandiera del Lago.

Poi ci saranno altre otto regate, tutte di sabato, tutte in notturna. Si correrà 6 volte nel veronese e 3 nel bresciano, compreso l’atto finale nel golfo di Salò. La finale del campionato mancava da decenni nella capitale della Magnifica Patria, già teatro degli Agonali del Remo voluti da Gabriele d’Annunzio.

Ricomincia l’avvincente sfida a colpi di remo che sul Garda si rinnova, come narrano le cronache, dal 1548, quando ebbe luogo nel golfo di Salò la prima regata remiera gardesana per salutare l’arrivo del Provveditore veneziano Stefano Tiepolo.

Lo spettacolo delle bisse, evento che è sia sportivo che folcloristicocomincerà sabato 15 giugno a Lazise, uno dei paesi fondatori della Lega Bisse del Garda assieme a Gargnano, Garda e Bardolino, nonché vincitore, nel 1967, della prima edizione della Bandiera del Lago.

Poi ci saranno altre otto regate, tutte di sabato, tutte in notturna. Si correrà 6 volte nel veronese e 3 nel bresciano, compreso l’atto finale nel golfo di Salò. La finale del campionato mancava da decenni nella capitale della Magnifica Patria, già teatro degli Agonali del Remo voluti da Gabriele d’Annunzio.

Le moderne bisse del Garda derivano dal bissone veneziano. Sono barche lunghe poco più di 10 metri, con fondo piatto per incontrare minor resistenza sull’acqua. L’equipaggio è formato da quattro atleti che vogano in piedi, alla veneta, maestri di sincronismo, equilibrio e ritmo dei movimenti.

Le regate seguiranno, salvo lievi modifiche, sempre lo stesso programma: alle 17 l’arrivo delle barche sul lungolago; alle 19.30 la sfilata a terra e spettacoli folcloristici con sbandieratori e musici in costume d’epoca; alle 21 sfilata acqua; alle 21.30 il via alle regate. Al termine delle gare le premiazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.