A Brescia 4,7mln per rischi idrogeologici

Uno stanziamento complessivo di 48 milioni di euro per far fronte al dissesto idrogeologico e ai danni causati dalle ondate di eccezionale maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019. Regione Lombardia, per prevenire e sanare situazioni di rischio che gravano su centri abitati o infrastrutture regionali, ha dato avvio a diversi programmi di intervento urgenti, strutturali e di manutenzione e ripristino, finanziati sia con risorse proprie (19 milioni di euro per 47 interventi su 11 province) che con ulteriori risorse già accertate e previste dall’Accordo di programma stipulato con il Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare (29 milioni di euro per 23 interventi su 9 province). Lo prevede una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni.

Per la provincia di Brescia si tratta di 4,6 milioni di euro per 13 opere tra interventi urgenti e indifferibili, interventi strutturali e interventi di manutenzione e ripristino.

“Alcuni territori della nostra provincia presentano forti criticità di carattere idrogeologico e solo con investimenti strutturali e di manutenzione come questi è possibile mitigare il rischio – ha dichiarato l’assessore regionale ad Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi – C’è sempre più Brescia in Lombardia e ancora una volta la Giunta Fontana dimostra pragmatismo e voglia di affrontare i problemi. Interveniamo per far fronte agli effetti delle precipitazioni alluvionali e delle frane che si sono verificate negli ultimi anni nella nostra provincia”

 

Paisco Loveno: 1,15 milioni di euro per opere di messa in sicurezza degli abitati di Paisco e Grumello. Cazzago San Martino: 340.300 per interventi di mitigazione dei fenomeni alluvionali del Torrente Longherone. Berzo Demo: 364.446 per interventi di riduzione del rischio idrogeologico sul versante a monte di Berzo Demo.

 

Losine: 475.600 euro per mitigazione della pericolosità del torrente Poia. Rezzato 170.000 euro per mitigazione del rischio crolli in località Virle nel Comune di Rezzato. Anfo: 265.000 euro per regimazione idraulica torrente Re di Anfo. Flero: 508.000 euro per sistemazione idraulica della zona industriale in Via Manzoni e Via Zerbino in Comune di Flero.

 

INTERVENTI DI MANUTENZIONE E RIPRISTINO – Nave: 400.000 euro per risezionamento sezione idraulica del torrente Garza a valle dell’area di laminazione.

Esine: 390.000 euro per interventi nel bacino del torrente Grigna a seguito eventi calamitosi dell’autunno 2018.

Malonno: 122.000 euro per manutenzione idrauliche torrente Rio di Malonno (Valle Franchina) – 1° lotto.

Tremosine: 200.000 euro per manutenzione straordinaria opere di difesa da caduta massi in località Campione.

Nuvolera: 150.000 euro per completamento dello scolmatore di Nuvolera, Nuvolento e Bedizzole. Rovato: 100.000 euro per manutenzione torrente Carera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.