Adico: Bancomat gli esercenti devono accettarlo ma non ci sono sanzioni

Ad oggi, non esistono soglie minime entro cui gli esercenti hanno diritto a non far pagare col Pos. Al contrario, la legge impone a tutti gli esercizi pubblici di dare la possibilità ai clienti di pagare con la carta di credito. D’altra parte, però, non sono state fissate sanzioni per il commerciante che si rifiuta di farlo. Per cui in caso di rifiuto da parte dell’esercente è quello di chiamare i vigili urbani o la guardia di finanza.

L’obbligo del Pos è stato introdotto in Italia dal governo Monti, con il decreto legge n. 179 del 2012. La legge di Stabilità 2016 ha poi esteso l’obbligo per i commercianti e i professionisti di accettare pagamenti anche mediante carte di credito, oltre che di debito, anche per piccoli importi inferiori a 5 euro, tranne nei casi di oggettiva impossibilità tecnica. Tuttavia in assenza di un decreto attuativo non è entrato in vigore mai un limiti minimo sotto il quale non si può pagare con bancomat o carte. Stessa sorte toccata alle sanzioni: il governo Gentiloni aveva provato a fissare una sanzione per i negozianti che rifiutavano pagamenti tramite pos pari a 30 euro a transazione respinta”. Tuttavia lo schema di decreto non ha superato prima i dubbi di costituzionalità e poi la fine della legislatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *