Ultime novità da Uisp Brescia

Inizia la Stagione Regionale

con le finali della Super Coppa Regionale

 

 

Domenica 29 Settembre a Solferino –Mantova l’Asd Tameni 1994 disputerà la prima finale di Summer Cup a 11.

Il Torneo nato due anni fa a livello Regionale è stato vinto dai ragazzi di Nave per ben due Volte consecutive. Primo posto che la Tameni ha conquistato alla fase finale di Cesenatico lo scorso giugno 2019.

I Ragazzi di Nave entrano nel vivo della competizione Uisp per aggiudicarsi il primo trofeo che conta.

Non solo, questa stagione sportiva 2019/2020 hanno acquisito il diritto di partecipare alla Coppa Lombardia vinta per due volte consecutive dal Sant’Anna 2000.

La Tameni 1994 arrivata dal Csi ha percorso un cammino vincente all’interno della Uisp, promossa in B nel 2018 vince lo stesso campionato nel 2019 aggiudicandosi la Serie A come prima della Classe.

Quest’anno potrebbe essere la prima rivale concorrente dei campioni incarica della Tau Metalli Chiari.

D’ora in poi il camino della Tameni non è più facile.

Certo è, i ragazzi che scendono in campo gara dopo gara dovranno dimostrare le capacità di meritare la vetta raggiunta. Forza coraggio e cuore sono le armi vincenti dell’Asd La Tameni 1994.

 

La Coppa Brescia apre la stagione sportiva 2019/2020 mentre Il Campionato parte il 6 ottobre.

 

Mercoledì 11 settembre 2019 presso la Sede della Lega Calcio Uisp Brescia è stata presentata la Stagione Sportiva 2019/2020. Più di cento dirigenti hanno assistito ai sorteggi di Coppa Brescia che andrà in scena a partire da venerdì 20 settembre.

La Tau Metalli Chiari vincitrice delle ultime due edizioni dovrà difendere il titolo per consolidare il loro già ricco bottino di trofei. Il Chiari nasce nel 1971 da quel giorno è un interrotta strada di vittorie che la fa diventare la migliore d’Italia.

Anche quest’anno i Chiarini parteciperanno alla fase nazionale Uisp provando a vincere il loro secondo tricolore dopo quello conquistato a Pesaro –Urbino nel 2018. La Tau Metalli Chiari, assieme alla Libertas Bagnolo vice campione della Coppa Brescia, Asd la Tameni e Dega Grazioli Odiopiccolo.com sono teste di Serie.

Sono 9 i gironi, due giorni da quattro squadre e 7 gironi da tre squadre per un totale di 27 contendenti che si sfideranno fino all’ultimo minuto per aggiudicarsi la manifestazione che concede il lascia passare per la fase finale di Cesenatico 2019/2020.

Ogni girone è composto da una squadra di Serie A, una di B e una C, mentre sono solo due gironi da quattro squadre.

La sfida diventa subito accesa poiché nei due gironi a quattro squadre si scontrano fin da subito le più forti, il tabellone prevede due squadre di serie A e due di serie B.

 

 

Iniziano i due Campionati Uisp

Il 42° Campionato Open a 11 giocatori e Il 25° Campionato Over 35 a 11 giocatori

 

Tre due uno pronti e via partono i campionati Uisp.

Il prossimo 6 ottobre al via le due competizioni, Open 11 e Over 35. A partire da questa stagione sportiva 2019/2020 per gli Open 11 cambia la formula del campionato. Dopo aver svolto regolarmente la fase iniziale, arrivati in fondo la lega Calcio Uisp ha pensato ai playoff e playout. Rimane invariata invece la formula del Campionato degli Over 35.  La Pausa invernale sarà il 15 dicembre 2019, si torna campo il 13 gennaio 2020. Le partite di Coppa Uisp e Coppa Brescia dopo la fase iniziale a gironi, le fase eliminatorie  si giocheranno infrasettimanalmente.

 

Vincenzo Manco Il Presidente Uisp Nazionale sul nuovo governo: “Buoni segnali di discontinuità, invertire la rotta sulle politiche sociali, auspichiamo nuova cultura dello sport”

Il nuovo governo Conte, dopo aver giurato al Quirinale nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella torna a lavoro. Abbiamo chiesto a Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, di esprimere a caldo un primo giudizio sul nuovo governo: “Il quadro complessivo della squadra di governo offre buoni segnali di discontinuità  che accompagnati al programma che caratterizzerà il lavoro del nuovo esecutivo, indicano delle buone premesse affinché il nostro Paese possa tornare a giocare un ruolo da protagonista anche nella costruzione delle politiche europee”. Resta evidente che ci sia bisogno di invertire la rotta delle politiche sociali innanzitutto. Ovvero: contribuire al rilancio di un nuovo welfare europeo, rimettere al centro il lavoro, le protezioni sociali, uno sviluppo sostenibile ed il benessere delle persone. Il terzo settore italiano, che rappresenta oltre 340.000 organizzazioni, con i suoi 5,5 milioni di volontari è un grande capitale sociale, un motore umano pronto a trainare queste nuove sfide.

E lo sport sociale, le migliaia di volontari, le tante società sportive, che in particolare rappresentano circa il 30% di questo mondo, manifestano un potenziale di intervento quotidiano sulla coesione, l’educazione, l’inclusione, il benessere delle persone di ogni età”.

Apprezziamo, pertanto, la scelta di dare rango ministeriale alla delega sullo sport – conclude Manco – si tratta di un segnale che ci dice che il governo si occuperà con attenzione di questo tema. E lo farà, così come noi auspichiamo, con maggiore impegno rispetto ai governi passati e con uno sforzo di visione culturale più complessiva, vista la stagione da affrontare relativa ai decreti attuativi legati alla recente legge sul riordino del sistema sportivo. Esprimiamo un sincero augurio di buon lavoro al nuovo governo e in particolare al Ministro Vincenzo Spadafora, mettendoci fin da ora a disposizione per trovare forme di collaborazione per lo sviluppo dello sport sociale, quale fattore tra gli altri, che produce benessere nel nostro Paese.

 

Sport nelle carceri: rinnovato il Protocollo d’intesa tra Uisp e DAP

E’ stato rinnovato per la quinta volta il protocollo d’intesa tra il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (DAP) del Ministero della Giustizia e l’Unione Italiana Sport Per Tutti per realizzare attività motorio-sportive nelle carceri. Iniziative sportive che coinvolgano le famiglie dei detenuti e promuovano la genitorialità, attenzione per le esigenze specifiche delle donne in carcere, degli anziani e delle persone con problemi fisici o psichici sono tra i punti individuati nell’accordo, siglato dal Capo DAP Francesco Basentini e dal presidente Uisp Vincenzo Manco, in base ai quali orientare la progettazione di interventi di carattere sportivo nei prossimi tre anni. L’Uisp è presente stabilmente in tutti gli istituti penitenziari con attività tradizionali e innovative. Nell’offerta culturale rientrano corsi di formazione anche per il personale dell’amministrazione penitenziaria e l’organizzazione di manifestazioni come “Vivicittà” che quest’anno, come nelle precedenti edizioni, ha coinvolto migliaia di detenuti. Il Dipartimento è lieto di essere giunto alla proroga di una collaborazione che ci rende orgogliosi – ha commentato Francesco Basentini – Crediamo che lo sport sia una leva importante per migliorare la vita del detenuto. E’ noto lo stretto rapporto esistente tra il benessere della popolazione detenuta e il benessere del personale e della Polizia Penitenziaria: sono condizioni che s’intersecano e si condizionano reciprocamente”. L’avvio dell’esperienza Uisp all’interno delle strutture penitenziarie risale a più di trenta anni fa. Il primo Protocollo del 1997 e i successivi rinnovi hanno consentito a DAP e Uisp di programmare insieme attività rispondenti ai bisogni dei vari istituti penitenziari, diversi per caratteristiche strutturali e tipologia della popolazione detenuta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *