Golosaria: il cibo che ci cambia

Il cibo che ci cambia, ovvero come ciò che mangiamo influisce sul benessere, ma anche sulle nostre abitudini personali e sociali. E’ questo il tema che farà da filo conduttore nella prossima edizione di Golosaria, in programma negli spazi del Mi.Co – Fieramilanocity dal 26 al 28 ottobre.

Un impegno che si rinnova per il quattordicesimo anno e che porterà a Milano un’istantanea realistica e attuale sul mondo del cibo, partendo dalla sua agricoltura, posta di fronte ai cambiamenti climatici, e dai suoi prodotti fino a toccare l’ambito della ristorazione. Una rassegna che vuole essere prima di tutto un’ esperienza di vera e propria immersione nel gusto che, insieme agli spazi espositivi dedicati al food wine,  con 200 artigiani del gusto e 100 cantine nella Terrazza del Vino, vedrà il debutto di nuove aree che coinvolgeranno appassionati e operatori di settore rispondendo a un grande interrogativo:

Come ci cambia davvero il cibo?

E’ così che scopriremo che il cibo cambia il nostro corpo; è quello che abbiamo visto con lo studio della nutraceutica e l’individuazione di quelle proprietà che favoriscono il nostro benessere. Ma il cibo cambia anche il nostro modo di concepire la distribuzione, modificando le superfici di vendita che smettono di essere monstre e diventano più piccole, specializzate e con un’area food. È la bottega, che ogni anno si rinnova e offre format nuovi che anche quest’anno racconteremo sul palco di Golosaria. Ma il cibo è anche condivisione e piacere di stare a tavola, rapportarsi in famiglia parlando anche ai più piccoli: per questo i bambini di Golosaria avranno un nuovo spazio. Poi c’è il cibo che ha cambiato il nostro modo di comunicare e di informarci, con l’avvento del digitale direttamente in etichetta e in tutto il processo comunicativo. E insieme al cibo è cambiato anche il nostro modo di bere, di rapportarci al vino, in una fruizione sempre più personalizzata e diretta ma allo stesso modo all’insegna della moderazione e della sostenibilità, come racconteremo in un’area wine completamente rinnovata.

Le aree di Golosaria

Restano immutate le tradizionali aree di Golosaria: dall’area Food, con 200 artigiani del gusto selezionati da ilGolosario alle Cucine di Strada, che quest’anno accenderanno i riflettori su 14 espressioni dello street food nostrano: dalle polpette alla battuta; dai mini-burger con soufflé di vongole alle bombette pugliesi fino al pasticcio di baccalà, il tutto accompagnato dalla presenza di 8 birrifici artigianali. E poi l’area Agorà, che anche quest’anno ospiterà incontri e momenti di riflessione insieme ad alcune delle personalità più rappresentative dell’attualità. Sabato, con il talk-show inaugurale (ore 16) a tema “Il Cibo che ci cambia”; domenica con la premiazione dei Top Hundred 2019 (ore 11), i 100 (e più) migliori vini e delle botteghe del gusto (ore 15) di tutta Italia e lunedì (ore 11,30) con la presentazione de ilGolosario Ristoranti e la premiazione dei migliori ristoranti. Cambia formula invece la Terrazza del Vino, al Level 1, dove saranno presenti 100 cantine Top Hundred, accessibile con un pass acquistabile in loco al costo di 10 euro che permetterà di vivere anche l’esperienza dei wine tasting. Ma straordinaria sarà anche la presenza del Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, dell’Associazione Monferace e di un cluster di espositori della Riviera Ligure.

Ma oltre agli spazi storici, la rassegna quest’anno si arricchirà con nuove aree, a suggello di una sensibilità ormai radicata verso le nuove tendenze e gli orientamenti dei consumatori:

La Dispensa del Benessere

Un’area interamente dedicata al benessere e al bien-vivre, che riunisce i produttori che hanno puntato sul binomio tra gusto e benessere, con i prodotti più innovativi del settore healty food. Protagonisti di quest’area saranno la serra allestita dall’Accademia di Astino, la frutta secca a filiera sostenibile di Eurocompany, i pr dotti ortofrutticoli di OrtoNatura Lombardia, i legumi biologici di Bettini Bio e i semi oleosi di Melandri Gaudenzio.

I Bambini di Golosaria

Nasce da una nuova idea legata alle esperirenze che i più piccoli possono fare con il cibo, sempre con la giusta attenzione a uno stile di vita sano e contemporaneamente a gioco e divertimento. Un’area realizzata in materiali sostenibili e riciclabili dove i bambini, intrattenuti dagli animatori di Magica Compagnia, potranno fare esperienza del rapporto tra uomo e natura con laboratori green e particolari focus sull’apicoltura, sulla frutta, sui latticini e sull’orto in città.

Area Miscelazione

Il cocktail bar di Golosaria. Uno spazio elegante e ricercato che, con il supporto di PlanetOne, vivrà con un palinsesto dedicato attraverso cui conoscere le novità e le tendenze della miscelazione contemporanea. L’intera area, animata da importanti firme tra gli spirits italiani, sarà vivacizzata da un ricco programma di masterclass per appassionati e addetti ai lavori e da un vero e proprio banco, attivo per tutta la manifestazione, dove assaggiare una drink list creata per l’occasione.

Area Arte & Food Design

Arte e cibo: un rapporto che ha sempre alimentato l’immaginario artistico di ogni epoca. Per la prima volta a Golosaria uno spazio per nutrire la mente con le opere proposte da un gruppo di artisti e designer selezionati dalla Galleria Fiber Art and… di Milano. Linguaggi e tecniche, materiali e colori si combineranno con esiti ironici o onirici, ora funzionali o evocativi: un affinamento del gusto che passerà dagli occhi al cuore, una bellezza accessibile e condivisibile. Nello stesso spazio saranno ospitate anche le opere del designer milanese Paolo Barrichella, oltre a uno spazio esclusivo allestito dalla Regione Valle d’Aosta con alcuni significativi esempi di artiginato locale legati al tema del cibo.

I dispenser di WineEmotion

Dopo il debutto dello scorso anno, WineEmotion torna a Golosaria con i suoi dispenser per offrire anche ai visitatori un’esperienza unica e immersiva nel mondo del vino, con 100 etichette in degustazione che offriranno un’istantanea sul vino italiano e sulla sua impareggiabile biodiversità.

Tra le novità della rassegna, uno spazio speciale sarà poi dedicato al caffè, che quest’anno attraverso il Coffee Lab di Morettino affiancherà alle preparazioni in espresso delle miscele classiche i metodi di estrazione a filtro delle singole origini di Specialty Coffee.

Eccezionale sarà quindi la presenza dei territori: dalla Lombardia, che nello stand di Regione Lombardia – Assessorato Agricoltura racconterà la sua agricoltura fatta di biodiversità e innovazione alla Sicilia, che porterà a Golosaria un paniere di oltre 50 espositori; dalla Valle d’Aosta alla Liguria, che metterà in vetrina le ricchezze del suo areale con il supporto di Aromatica, Promo Riviere e Flag Gac Levante Ligure. Tutto questo mentre i Maestri del Gusto della Camera di Commercio di Torino e Provincia presenteranno i loro prodotti di punta tra cui dolci, cioccolato e birre artigianali.

Un appuntamento in continua evoluzione che potrà contare sulla presenza di importanti partner a supporto, a partire da Acqua Lauretana, sponsor storico della manifestazione che quest’anno con la sua acqua più leggera d’Europa porterà a Golosaria un’idea di benessere rivolta tanto all’alta ristorazione quanto alla vita quotidiana. Il tema del cibo che ci cambia e di come noi stiamo cambiando il nostro modo di avvicinarci alla tavola sarà poi raccontato in un’area apposita anche da Petra – Molino Quaglia, mentre di sostenibilità si parlerà con Comieco, il consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi che presenterà durante la manifestazione un concorso per graphic designer in collaborazione con Monferace. Ma tanti sono i partner che anche quest’anno supportano la manifestazione: dal gruppo Unipol a MSC, che torna presentando la sua rinnovata flotta con una sensibilità sempre maggiore per la ristorazione, ai partner della comunicazione, con il Gruppo Tespi, MiTomorrow, Radio Bruno Trenord.

INFO UTILI

ORARI

sabato 26 ottobre | ore 12 – 22 (ultimo ingresso 21.30)

domenica 27 ottobre | ore 10 – 20 (ultimo ingresso 19.30)

lunedì 28 ottobre | ore 10 – 17 (ultimo ingresso 16.30)

*All’interno della manifestazione non sono ammessi animali

TICKET


  • ticket online una giornata | € 8 (sconto 20%)
  • ticket onsite una giornata | € 10
  • ingresso gratuito per i soci del Club Papillon 2020, soci Ais/Onav/Fisar 2019 e under 10
  • ingresso ridotto abbonati Trenord | € 7

IL VINO A GOLOSARIA

Nuovo approccio al Vino a Golosaria, con due formule di assaggio:

  • una più libera nell’area Wineemotion, con 100 bottiglie in degustazione (Level 0)
  • una più approfondita con contatto diretto con le Cantine Top Hundred e wine tasting (Level 1)

 

Per la prima formula basterà acquistare il bicchiere di Golosaria a € 5,00, che comprende anche 5 degustazioni Wineemotion.

Le degustazioni al Level 1 presso gli stand delle 100 Cantine Top Hundred e i wine tasting sono vendute separatamente al prezzo complessivo di € 7,00 (online) e € 10,00 (onsite) [escluso bicchiere di Golosaria].

 

  • bicchiere Golosaria + 5 degustazioni Wineemotion | € 5
  • Level 1 – Degustazioni area Vini Top Hundred e wine tasting | € 7 (online) – € 10 (onsite)

COME RAGGIUNGERCI

INGRESSO PUBBLICO: GATE 3 viale Eginardo ang. via Colleoni

  • accesso diretto METROPOLITANA con MM5 Lilla – fermata Portello (oppure MM1 Rossa fermata Lotto o Amendola Fiera)
  • ampio PARCHEGGIO – SCARAMPOposizionato di fronte alla Torre 3 – ingresso ufficiale della manifestazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.