Piero Frazzi nominato nuovo DG istituto Zooprofilattico sperimentale Lombardia

 

GALLERA E ROLFI: SCELTA DI GRANDE QUALITA’ PER UN ISTITUTO SCIENTIFICO DI LIVELLO INTERNAZIONALE

 

La Regione Lombardia ha approvato la delibera con cui si nomina, di concerto con la Giunta regionale della Regione Emilia Romagna, il dott. Piero Frazzi quale Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna. La nomina ha una durata di quattro anni con decorrenza dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2023.

 

Al nuovo direttore generale sono stati assegnati gli obiettivi, concordati tra le due Regioni, di:

– ridefinizione dell’organizzazione aziendale, con particolare riferimento delle aree dei controlli, del personale e degli approvvigionamenti;

– definizione di un quadro pluriennale degli investimenti in raccordo con la programmazione della Regione Lombardia e della Regione Emilia- Romagna con particolare attenzione all’innovazione e allo sviluppo del patrimonio dell’istituto;

– sviluppo dei sistemi informativi a supporto delle scelte strategiche e dei programmi di attività e di controllo previsti dalla normativa nazionale e regionale;

– implementazione e sviluppo di metodiche necessarie al controllo degli alimenti e dell’alimentazione animale;

– sviluppo di progetti innovativi concordati con la Regione Lombardia e la Regione Emilia-Romagna in ambito di sanità e benessere animale e di sicurezza alimentare;

– sviluppo della funzione di sorveglianza epidemiologica a supporto delle politiche sanitarie regionali in tema di sanità pubblica veterinaria;

– definizione del piano pluriennale delle attività in raccordo con la programmazione sanitaria della Regione Lombardia e della Regione Emilia Romagna

 

“Regione Lombardia ha inteso, attraverso la nomina di un professionista con una competenza multidisciplinare come Piero Frazzi – commenta l’Assessore Gallera – focalizzare l’attenzione sul legame molto stretto che intercorre fra il settore sanitario e quello veterinario. Un legame che interessa direttamente la vita dei cittadini in termini di qualità e tracciabilità dei prodotti alimentari di origine animale e che, in campo medico, si declina con le attività di prevenzione del fenomeno dell’antibiotico-resistenza, che rischia di provocare danni molto seri all’organismo umano. Sono certo che il dott. Frazzi saprà svolgere il nuovo prestigioso incarico con la dedizione che lo ha contraddistinto nel corso della sua esperienza regionale”.

 

“La nomina del dott. Frazzi è un’ottima notizia per il territorio lombardo. – ha aggiunto l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi – È un professionista competente che saprà governare al meglio uno dei più importanti istituti zooprofilattici italiani, centro di referenza internazionale per diverse patologie veterinarie. La filiera zootecnica del bacino padano è tra le più sicure e controllate d’Europa. C’era la necessità di valorizzare al meglio le competenze scientifiche che contraddistinguono questo istituto e il dott. Frazzi porta con se una corposa esperienza che rappresenta una certezza. Il lavoro dell’istituto è fondamentale per garantire il benessere animale negli allevamenti e quindi i più alti standard di sicurezza alimentare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.