“Un giorno di cento anni fa”: al Teatro Grande una serata per ricordare Arturo Benedetti Michelangeli

Un giorno di cento anni fa – in programma sabato 11 gennaio – è l’evento promosso dal Comune di Brescia e dalla Fondazione del Teatro Grande per ricordare il celebre pianista Arturo Benedetti
Michelangeli di cui si celebra nel 2020 il centenario della nascita.

I festeggiamenti si concentreranno in una serata-concerto che vedrà esibirsi in successione nove pianisti  italiani – legati al Teatro Grande e alla città di Brescia – a cui è stato chiesto di eseguire un programma dedicato al grande Maestro, un programma che metterà in luce l’intimo rapporto artistico e spirituale di  ciascun pianista con Benedetti Michelangeli.

“Abbiamo pensato a un progetto che restituisse quel legame di riconoscenza e ammirazione che generazioni diverse di pianisti (bresciani o semplicemente legati professionalmente alla città e al Teatro Grande) hanno  nei confronti di Arturo Benedetti Michelangeli – spiega Umberto Angelini, Sovrintendente e Direttore  artistico della Fondazione del Teatro Grande – L’immediata condivisione e l’entusiasmo con cui gli artisti  hanno aderito, così come la vicinanza di altri pianisti bresciani che per precedenti impegni non hanno potuto  partecipare, sono anche il segno tangibile dello straordinario attuale valore artistico di Benedetti  Michelangeli”.

Paolo Gorini, Andrea Rebaudengo, Gerardo Chimini, Ruggero Ruocco, Orazio Sciortino, Emanuele Maniscalco, Emanuele Arciuli, Massimiliano Motterlee la giovanissima Ilaria Cavalleri sono gli artisti che si  esibiranno sabato 11 gennaio, una maratona pianistica che si distribuirà tra il Ridotto del Teatro Grande e la  Sala Palcoscenico Borsoni in quattro concerti suggestivi e affascinanti.

“Quarant’anni fa, nel 1980, dopo oltre un decennio di volontario esilio dai palcoscenici italiani, Arturo Benedetti Michelangeli scelse di salire proprio su quello del Teatro Grande di Brescia, per un concerto di  beneficenza. Ecco, partire da questo luogo, attraverso la musica e il pianoforte, per celebrare il centenario di  ABM – l’acronimo con cui era universalmente riconosciuto – ci è sembrata la scelta più corretta” tiene a  sottolineare la Vicesindaco e Assessore alla Cultura Laura Castelletti, che aggiunge “Nei 12 mesi di questo  2020 seguiranno altre occasioni, e spero davvero che saremo in grado non solo di rinnovare il ricordo di  questo sommo Maestro presso chi già bene lo conosce quanto piuttosto di farlo scoprire o di avvicinarlo a  quanti ancora non ne hanno avuto l’opportunità”.

I concerti inizieranno alle ore 18.00, ma già dalle 10.30 del mattino e fino alle 16.00 sarà possibile accedere liberamente alla Sala delle Statue del Teatro per gli “Inviti all’ascolto”: grazie ai raffinati  dispositivi di riproduzione sonora messi a disposizione da STEREO BOX, i visitatori potranno ascoltare in  cuffia una sequenza di tracce selezionate tra le storiche interpretazioni di Arturo Benedetti Michelangeli.

I biglietti (5,00 euro per ogni concerto) sono acquistabili alla Biglietteria del Teatro Grande, sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it e in tutte le filiali abilitate di Ubi Banca in Brescia e provincia. Gli orari di  apertura della Biglietteria del Teatro Grande sono i consueti: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e sabato dalle 15.30 fino alle ore 20.30.

Il ricavato della serata sarà devoluto, in collaborazione con il Conservatorio Luca Marenzio di Brescia, come borsa di studio a uno studente meritevole del Conservatorio. Un giorno di cento anni fa è uno degli appuntamenti che il Comune di Brescia e la Fondazione del Teatro  Grande realizzeranno in occasione del centenario della nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.