No agli accordi bilaterali sul turismo. L’europarlamentare Stefania Zambelli interroga la commissione

L’europarlamentare Stefania Zambelli (ID-Lega) ha presentato, insieme ad alcuni colleghi del suo gruppo, un’interrogazione alla Commissione europea in merito agli accordi bilaterali che alcuni Stati membri dell’UE stanno sottoscrivendo fra loro.

“È inaccettabile quello a cui stiamo assistendo – afferma Zambelli – questi accordi rischiano di mettere penalizzare pesantemente il nostro turismo”.

“La settimana scorsa la Commissione ha presentato le linee guida per aiutare gli Stati ad eliminare gradualmente le restrizioni di viaggio, aprendo le frontiere interne e consentendo la riapertura delle imprese turistiche, ovviamente ferme restando tutte le precauzioni per salvaguardare la salute dei cittadini. La stessa Commissione ha però raccomandato – ricorda Stefania Zambelli – che la rimozione delle restrizioni in aree con situazione epidemiologica simile avvenga senza discriminazioni tra cittadini UE e residenti dello stesso Stato. Non è quello che sta accadendo! Alcuni Stati, concludendo questo tipo di accordi, rischiano di escludere soprattutto i Paesi del Mediterraneo, più duramente colpiti dalla pandemia, tra cui l’Italia”.

“Ho presentato un’interrogazione alla Commissione Europea affinché intervenga garantendo la non discriminazione che ha richiamato proprio nelle sue linee guida. Vorremmo capire come la Commissione intende differenziare, anche all’interno dei singoli Stati, tra zone focolaio e zone che non hanno avuto particolari criticità – dichiara l’on. Zambelli – ma non solo. Vogliamo essere propositivi in questa fase così delicata ed è per questo che auspichiamo un tavolo di confronto sul tema della riapertura delle frontiere e degli accordi multilaterali per la ripresa del turismo senza dimenticare il rispetto del principio di solidarietà”.

L’interrogazione vede come prima firmataria l’on. Stefania Zambelli ma diversi sono i colleghi che hanno voluto con lei condividere l’esigenza di mettere l’accento su un tema così importante come quello del turismo, tra i quali il Capodelegazione Lega al PE Marco Campomenosi e gli eurodeputati del Gruppo ID – Lega Silvia Sardone e Massimo Casanova: “il turismo segna punti percentuali importanti sia del PIL dell’UE che di quello italiano – conclude Zambelli – non permetteremo che questo comparto venga messo ulteriormente in ginocchio!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.