Chiari, in centro storico cambia la viabilità per dare maggior supporto al commercio

Una viabilità provvisoria in centro per affiancare e sostenere la ripresa economica locale. È quella varata dalla Giunta comunale che, con questo ulteriore passo, aggiunge un nuovo tassello al puzzle di iniziative sinergiche per il rilancio del commercio del centro storico.

La viabilità provvisoria prenderà il via da lunedì 8 giugno e proseguirà fino al 31 ottobre 2020, viaggiando di pari passo con gli altri provvedimenti di sostegno al commercio e alle piccole attività artigianali di cui è parte. La soluzione viene adottata per garantire la salute e la sicurezza di tutti e per promuovere il centro cittadino. La situazione verrà tenuta monitorata di settimana in settimana proprio per verificare che le finalità siano perseguite e quindi per valutare eventuali misure correttive.

SPAZIO A PLATEATICI E DEHORS

Com’è noto, già nelle scorse settimane l’Amministrazione aveva stabilito che l’estensione dei plateatici per le realtà commerciali ed artigianali in sede fissa sarà gratuito fino al 31 ottobre 2020, così come i plateatici “estivi” (mentre negli altri casi viene previsto un parziale sconto del canone in relazione al periodo di chiusura). Ciò al fine di consentire una maggiore metratura e quindi permettere di soddisfare le prescrizioni di legge in tema di distanziamento.

Proprio in seguito a questo primo provvedimento erano seguite a breve giro le nuove Linee Guida per gli Arredi da esterno e Dehors: un vademecum che ha lo scopo di supportare le attività di somministrazione – che hanno subito pesantemente e per un lungo periodo gli effetti del lockdown imposto dalle normative per l’emergenza Covid-19 – fornendogli uno strumento agile per velocizzare le pratiche per la richiesta di occupazione suolo pubblico.

Ora è stato predisposto l’ultimo tassello: ovvero, organizzare la viabilità del centro storico affinché ci siano concretamente gli spazi di ampliamento per le attività economiche.

MODIFICHE ALLA VIABILITÀ

Il senso del nuovo provvedimento mira appunto a modificare temporaneamente (fino al 31 ottobre 2020) la viabilità in centro storico e nelle immediate vicinanze, garantendo nel contempo la sicurezza della circolazione stradale.

Nello specifico, in primis verrà varato il divieto di transito nel ring interno (via XXVI Aprile e Via De Gasperi) dalla Chiesa di Santa Maria fino a Piazza delle Erbe (eccetto per i residenti nella via, autorizzati, lo carico/scarico di merci e il transito di persone invalide). Inoltre, sempre nello stesso tratto la sosta sarà vietata (con rimozione forzata) per tutti, anche per i residenti, ad esclusione delle persone invalide negli appositi stalli di sosta.

In piazza Zanardelli verrà istituito un parcheggio a pagamento, dove saranno posizionati i parcheggi che si vengono a perdere nella ZTL provvisoria, parcheggio che avrà le stesse modalità e regolamentazione prevista per la sosta in centro storico.

Sempre in piazza Zanardelli, sarà in vigore il divieto di transito e sosta (con rimozione forzata) nelle giornate di mercato: ovvero ogni martedì, giovedì, venerdì dalle ore 00.00 alle ore 14.00; e la domenica dalle ore 00:00 fino alle ore 07.00 del lunedì. Negli stessi giorni e orari in cui vige il divieto di transito in piazza Zanardelli non si potrà transitare anche in via Villatico, Via Bettolini e Via Garibaldi.

Infine, in via Garibaldi verrà creato il senso unico di circolazione, da piazza Zanardelli verso via XXVI Aprile.

In piazza Martiri della Libertà nella zona davanti all’ingresso carraio della Rocca, piazzetta Zeveto e piazzetta San Marco verrà eliminata la sosta a pagamento e sostituita con la sosta a disco orario. Sono complessivamente interessati dal provvedimento circa 40 stalli di sosta.

Sempre dalla giornata del 8 giugno 2020 i viali torneranno a disco orario come prima dell’emergenza sanitaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.