Conferenza stato-regioni, Coldiretti: bene i 90 milioni di euro destinati alla zootecnia

Un risultato atteso e più che mai importante, ottenuto grazie all’impegno costante di Coldiretti nell’orientare il mondo istituzionale alle urgenti necessità della filiera agroalimentare. E’ quanto afferma il Presidente Coldiretti Ettore Prandini nell’esprimere soddisfazione per l’avvenuta approvazione in conferenza Stato-regioni del provvedimento che destina 90 milioni di euro alle filiere della carne italiana.

“Il comparto zootecnico italiano si trova ad affrontare una crisi senza precedenti, che mette a rischio la sopravvivenza delle nostre aziende, tra le più sostenibili al mondo, e il futuro di eccellenze agroalimentari strategiche per il made in Italy – sottolinea il Presidente Prandini – finalmente possiamo contare su una misura concreta e spendibile, che darà ossigeno ai settori più colpiti, con positive ricadute su tutte le economie di riferimento”.

Il decreto ministeriale sbloccherà fondi per 90 milioni di euro, ripartiti in particolare nei settori della suinicoltura, per 30 milioni con l’aggiunta di 10 milioni per l’ammasso privato dei prosciutti DOP, e dei vitelli, con 20 milioni più 15 milioni per l’ammasso privato delle carni da vitello. Per la filiera cunicola sono previsti 4 milioni, per gli ovicaprini 9 milioni e per il latte bufalino 2 milioni.

Da quando è iniziata la pandemia in Italia, il 57% delle 730mila aziende agricole nazionali ha registrato una diminuzione dell’attività ma “l’allarme globale provocato dal Coronavirus – precisa il Presidente della Coldiretti – ha fatto emergere una maggior consapevolezza sul valore strategico della filiera del cibo, con la necessità di difendere la sovranità alimentare e di non dipendere dall’estero per l’approvvigionamento, in un momento di grandi tensioni internazionali sugli scambi commerciali”.

“Il provvedimento odierno consolida la fattiva collaborazione instaurata da Coldiretti con il mondo delle istituzioni – conclude il Presidente Prandini – al quale continueremo a chiedere interventi mirati, in diversi settori, per fronteggiare questo periodo di difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.