Gruppo permanente per il monitoraggio della situazione di crisi del settore manifatturiero bresciano

In data odierna si è tenuta una riunione da remoto del Gruppo permanente per il monitoraggio della situazione di crisi del settore manifatturiero bresciano.

Le numerose questioni che vedono coinvolti le imprese e il mondo del lavoro di uno dei poli manifatturieri più importanti d’Europa, che in questi giorni stanno in particolare interessando le zone maggiormente colpite dall’emergenza Coronavirus – e Brescia con 3.000 deceduti è seconda in Italia –, hanno indotto lo scrivente a convocare un “Gruppo di lavoro permanente”, capace di approfondire la conoscenza, monitorare le diverse situazioni conflittuali, recepire le richieste di aiuto e sostenere, nella delicata fase della c.d. ripartenza, il mondo del lavoro e quello dell’industria.

I segnali di pesante difficoltà anche nelle relazioni industriali, sono da tenere nella massima attenzione soprattutto perché tante e sentite risultano le aspettative che gli imprenditori e i lavoratori ripongono nell’azione di Governo e, pertanto, è necessario rafforzare la coesione sociale e la convergenza degli obiettivi da raggiungere per evitare che possibili future frizioni possano degenerare.

In data odierna si è tenuto il primo incontro a cui ha voluto partecipare in streaming il Vice Ministro dell’Interno, Vito Crimi, e che ha visto protagonisti, oltre al Presidente di Confindustria Lombardia, tutte le associazioni di categoria presenti sul territorio bresciano, i segretari provinciali delle tre sigle sindacali, il Sindaco di Brescia e il Presidente della Provincia.

Nel periodo tra l’incontro odierno e quello promosso per la prima decade di settembre, verranno raccolti dalla Prefettura tutti i dati in possesso di ciascun ente al fine di garantire una dettagliata e sistematica conoscenza della situazione imprenditoriale, commerciale e artigianale del territorio, nonché il quadro complessivo della situazione occupazionale settore per settore.

Tale quadro è apparso a tutti indispensabile per poter promuovere le più mirate iniziative di sostegno da sottoporre all’attenzione del Governo, in una logica di condivisione strategica tale da garantire eque opportunità e attese.

Accanto ai lavori del citato gruppo permanente, verranno promossi anche Comitati per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica mirati ad esaminare con periodicità il livello di convivenza sociale di ciascuna area della Provincia, dove si registrano le maggiori conflittualità nelle relazioni industriali, consentendo in tal modo eventuali e opportuni interventi di mediazione della Prefettura idonei a prevenire turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.