Il Tpl per l’apertura delle scuole

Il 7 agosto 2020 si è tenuta l’Assemblea straordinaria dell’Agenzia del TPL di Brescia (con la partecipazione dei rappresentanti di Comune e Provincia di Brescia e Regione Lombardia) mentre il 13 di agosto è stato convocato con urgenza un CdA della stessa Agenzia con la partecipazione del Vicepresidente Corrado Ghirardelli e delle consigliere prof.ssa Michéle Pezzagno e arch. Lucia Guerini, oltre che del Presidente e del Direttore, nonché del Presidente del Collegio dei Revisori dott. Giampiero De Toni.

In primo luogo il CdA ha preso atto della proroga della propria attività per ulteriori 12 mesi, fino all’agosto 2021, stabilita dal Consiglio regionale della Lombardia. Tra i diversi punti in particolare è stata affrontata la situazione economico-finanziaria ed esaminata l’emergenza della riapertura della scuola a metà settembre sulla base degli indirizzi a suo tempo illustrati dal Dirigente scolastico dott. Giuseppe Bonelli e condivisi dal web-team promosso dal Prefetto di Brescia dott. Attilio Visconti.

Il quadro economico-finanziario si conferma preoccupante anche se in sede di Assemblea il consigliere delegato arch. Giambattista Sarnico, a nome del Presidente della Provincia dott. Samuele Alghisi ha garantito formalmente la totale copertura per il 2020 dei due milioni su cui si era impegnata la Provincia. Il Comune di Brescia per voce dell’Assessore alla Mobilità e Trasporto Pubblico avv. Federico Manzoni ha confermato per il 2020 l’impegnativo stanziamento di 8,5 mln di euro. Analoghi impegni a favore del TPL  sono stati assunti dal Consigliere regionale Francesco Ghiroldi.

Questa decisione consente di far fronte agli impegni dei prossimi mesi, e in particolare all’emergenza scuola, ma lascia del tutto irrisolto il problema del Bilancio 2021, per il quale la Provincia ha ritenuto di non assumere per ora alcun impegno.

Da ciò è derivata, con unanime conferma da parte del CdA, la possibilità di garantire per le Aziende del TPL la proroga dei Contratti di Servizio per i Trasporti fino al 31.12.2020, con deliberazione condivisa anche dal Collegio dei revisori.

Per il 2021, anche a seguito delle richieste avanzate dalle Aziende (Brescia Trasporti e Gruppo Arriva Sia) – peraltro condivise dall’Agenzia – è del tutto evidente l’impegno che va ancora profuso per assicurare continuità di servizio anche per l’anno successivo con relativi equilibri sia dei bilanci aziendali oltre che dell’Agenzia, nonché le garanzie occupazionali assolutamente necessarie come più volte sollecitate dalle stesse Organizzazioni sindacali.

Considerata tale priorità, l’Agenzia del TPL ha sottoposto all’attenzione anche delle altre Agenzie della Lombardia, nonché dei Parlamentari bresciani, la lettera inviata al Ministro delle Infrastrutture dott.ssa on. Paola De Micheli e al Viceministro dell’Economia e delle Finanze dott. sen. Antonio Misiani nella quale si sollecita la modifica dell’asse dell’impiego delle risorse nazionali ed europee, privilegiando in questa fase il sostegno finanziario del governo con l’obiettivo di garantire, con indispensabili risorse aggiuntive, il servizio del TPL rispetto ad un impegno incentrato solo sulle infrastrutture del futuro.

Per il 31.10.2020 è prevista, come da Statuto, una verifica degli equilibri di bilancio con riferimento alle prospettive del 2021, che allo stato attuale si presentano particolarmente preoccupanti anche per il mancato introito durante il periodo di confinamento per l’emergenza Covid di circa 20 mln di euro per le Aziende.

Si consideri peraltro che lo stanziamento iniziale previsto dal governo serve anche a coprire i rimborsi dei titoli di viaggio non goduti e pertanto ne nasce la criticità per l’equilibrio economico-finanziario nel suo complesso del sistema perché il fondo assorbe gran parte del primo stanziamento straordinario per il TPL che per Brescia è di circa 4,3 mln di euro.

Si è dato inoltre avvio alla procedura di selezione per la nomina del nuovo Direttore dell’Agenzia del TPL di Brescia, come da legge regionale, per la scelta tra candidati che risultino iscritti nell’apposita lista regionale.

È stata inoltre confermata la decisione a suo tempo già assunta per l’attestamento delle linee degli autobus provenienti da Est (Valle Sabbia e Garda) in orari diversi dalle ore di punta (coincidenti con il trasporto scolastico) in base ad una logica di razionalizzazione.

Tale scelta oggi risulta percorribile anche per la rapidità dei lavori effettuati per la sistemazione del ponte (ormai in fase di completamento) del cavalcaferrovia di via Serenissima a Sant’Eufemia a Brescia per la sostenibilità e la sicurezza della percorrenza dei pullman, anche di 18 metri.

Infine, con riferimento al lavoro positivo che già a partire dal 15 aprile u.s. si è attivato in sede di web-team prefettizio risulta assolutamente necessario il chiarimento da parte del Comitato Tecnico Scientifico nazionale (convocato il 19.08.2020) per porre fine alle oscillazioni e incertezze riguardanti il distanziamento nelle scuole secondarie superiori e sui mezzi pubblici di trasporto. Consapevoli della situazione che ancora permane critica e di come si ritenga che una delle condizioni per evitare il rischio caos della scuola sia proprio quello di poter assicurare la corrispondenza del trasporto scolastico degli studenti con la certezza di tempi e modalità di ingresso, oltre che di uscita degli stessi, che nella realtà bresciana rappresentano 60 mila studenti, di cui una quota molto significativa (35 mila studenti) utilizza i mezzi pubblici.

Il Presidente                                                               Il Direttore

Prof. Claudio Bragaglio                                                 Ing. Alberto Croce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.