Adamello Ultra Trail, i campioni del running sfidano la montagna

La settima edizione di Adamello Ultra Trail è sempre più vicina. Da venerdì 25 a domenica 27 settembre, il meglio del trail running si darà battaglia in uno degli eventi più importanti della stagione europea, con partenza e arrivo a Vezza d’Oglio (BS) in Alta Val Camonica, nel comprensorio Pontedilegno-Tonale.

Dai suoi esordi nel 2013, la manifestazione nata dalla passione di Paolo Gregorini e del suo team punta ad unire sport e competizione con l’obiettivo della promozione del territorio, con percorsi che si snodano interamente sui camminamenti della Grande Guerra. Gli ambienti unici e suggestivi del Parco Naturale dello Stelvio e del Parco Naturale dell’Adamello faranno da cornice ad oltre 700 runners pronti a cimentarsi sugli itinerari di gara. Un territorio ai confini tra Lombardia e Trentino dove natura e storia si fondono insieme, tra le trincee e le mulattiere teatro della Prima Guerra Mondiale.

Fra i principali appuntamenti in programma nel calendario di Ultra Trail, in una stagione che ha visto molti eventi cancellati a causa della pandemia di COVID-19, Adamello Ultra Trail ha chiuso le iscrizioni registrando il sold-out su tutte le tre distanze previste (35, 90 e 170 Km).

733 RUNNER E 3 PERCORSI: SI PARTE DAL CENTRO EVENTI ADAMELLO

Sono 733 gli ultra runner pronti a cimentarsi sui tre impegnativi percorsi di gara. I primi a partire, venerdì 25 settembre alle 7 da Vezza d’Oglio, saranno i concorrenti della 90 Km (5.700 m D+). Due ore più tardi, sarà la volta dei protagonisti della 170 Km (11.500 m D+). Il giorno successivo, sabato 26 settembre, scatteranno da Monno (BS) gli atleti della nuovissima competizione ‘Short Trail’ da 35 Km (1700 m D+). La nuova distanza permetterà anche a concorrenti meno allenati sulle distanze estreme di respirare la magia della corsa in montagna nel periodo autunnale.

Rispetto alle precedenti edizioni cambia la sede di partenza e arrivo, spostato nel Centro Eventi Adamello di Vezza d’Oglio in Via del Piano, per poter garantire le condizioni necessarie al rispetto del distanziamento sociale. Novità anche per il percorso 90 Km: la prima parte del tracciato ricalcherà l’itinerario della prova più lunga, andando ad attraversare le trincee della ‘Grande Guerra’. Giunti a Ponte di Legno, i runner rientreranno verso la zona traguardo, sfruttando la pista Carolingia.

Gli organizzatori hanno inoltre apportato una piccola modifica anche al tracciato della 170 Km, nel tratto fra i laghetti Monticelli e Sant’Apollonia. Gli atleti percorreranno un tracciato che conduce al Bivacco Linge, per poi proseguire fino al Bivacco di Valmassa: una novità che arricchisce di contenuti tecnici l’edizione 2020 di Adamello Ultratrail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.