Rassegna “Antiche risonanze”- IX Edizione

Il «Gruppo Vocale “Cantores Silentii”» in collaborazione con il Comune di Brescia e con la Fondazione BresciaMUSEI ha organizzato la IX Edizione della Rassegna “Antiche risonanze”. Visto il potenziale evocativo che le precedenti edizioni hanno avuto nel dare maestosità con il canto alla Basilica di San Salvatore e al Coro delle Monache, Fondazione Brescia Musei e il Gruppo Vocale “Cantores Silentii” hanno intrapreso un nuovo percorso rinnovando il format e invadere altri spazi museali cittadini. La Rassegna pertanto, viste anche le contingenti misure sanitarie, si svilupperà nell’Auditorium di Santa Giulia (la chiesa cinquecentesca che ospitò il Museo dell’Età Cristiana) ora Sala monumentale adibita agli eventi.

Anche quest’anno la Rassegna è suddivisa in quattro appuntamenti:

Nel primo concerto della nuova Rassegna, che si tiene domenica 11 ottobre alle ore 16, viene proposto un percorso nella musica polifonica del grande e celebrato compositore bresciano Luca Marenzio (Coccaglio, ante 1550-Roma 1599). Si è voluto qui proporre il Marenzio «Sacro» di alcuni Mottetti a 4 voci dal suo Primo Libro (pubblicato a Roma dalla stamperia di Alessandro Gardano nel 1585), tra i quali spicca “Cantantibus organis” dedicato a Santa Cecila, Patrona della Musica e dei musicisti, e dei due grandi brani a 8 voci (il “Magnificat VIII Toni” e lo “Jubilate Deo” suddiviso in  due parti), splendidi esempi dell’arte compositiva marenziana, e il Marenzio «Profano» di due composizioni minori (la Villanella a 3 voci “Donna se nel tuo volto” e la Canzonetta a 4 voci “Se nei vostr’occhi”) e della magnificenza dei cori composti per le nozze del Granduca di Toscana Ferdinando I de Medici e della consorte Cristina di Lorena svoltisi in Firenze nel 1589 e inseriti nella silloge degli

«Intermedi della Pellegrina», splendido esempio della capacità compositiva del maestro bresciano: “Belle ne fe’ natura” a 3 voci, “Chi dal delfino” a 6 voci e “Se nelle voci nostre” a 12 voci dal Secondo Intermedio, “Qui, di carne si sfama” a 12 voci, “O, valoroso Dio” a 4 voci e “O mille, mille volte, mille” a 8 voci dal Terzo Intermedio che vengono tutti proposti in forma vocale “a cappella”.

SECONDO CONCERTO – domenica 22 novembre – ore 16.

Programma dedicato alla «Musica profana tra Rinascimento e Barocco: due secoli di Musica europea d’intrattenimento»;

TERZO CONCERTO – domenica 28 febbraio – ore 16.

Programma dedicato alle «Lamentationes rinascimentali e barocche: brani musicali per la Quaresima e per la Settimana Santa»;

QUARTO CONCERTO – domenica 28 marzo – ore 16.

Programma dedicato all’«Evoluzione della Missa tra Rinascimento e Barocco: la “Missa parodia”, “su temi gregoriani” e “su soggetto libero”».

L’ingresso ai concerti è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (l’evento si tiene nel rispetto delle vigenti normative COVID) con accesso da via Piamarta n. 4 a partire dalle ore 15.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.