Sarnico rieletto alla guida di Confartigianato Legno

Giovanni Battista Sarnico, 49 anni, socio della “Sarnico Falegnameria di Sarnico Vincenzo Sas” di Ospitaletto e sindaco del medesimo Comune, è stato confermato presidente nazionale della categoria di Confartigianato Legno per il prossimo quadriennio. Affiancheranno il presidente Sarnico nel Consiglio direttivo di Confartigianato Legno: Bruno Mazzariol in rappresentanza del Veneto, Tullio Polo per il Trentino, Samuele Broglio per il Piemonte e Leonardo Fabbroni per la Toscana. In Confartigianato gli imprenditori artigiani del legno-arredo sono organizzati in 3 Associazioni di mestiere: Arredo, Legno, Tappezzeria. Il totale delle imprese operanti in questi settori sono a livello nazionale 67.690 di cui 44.779 artigiane. Nel 2019 il nostro Paese ha esportato legno e mobili per un valore di 11,8 miliardi di euro risultando il terzo paese nell’Unione Europea dopo la Germania e la Polonia.

Soddisfazione espressa dal presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: «Un ottimo risultato, che conferma la grande considerazione che gode Confartigianato Brescia a livello nazionale nel campo del lavoro e dell’operato di Confartigianato in rappresentanza dell’impresa e in particolare del settore della lavorazione del legno: rivestimenti, mobili e complementi d’arredo “made in Italy” che entrano nelle case e negli uffici di tutti noi sono da sempre protagonisti della storia del design e apprezzati per stile in tutto il mondo insieme al cibo e alla moda».

«La federazione di categoria alla quale appartengo è stata costituita allo scopo di tutelare e promuovere gli interessi specifici dell’intero comparto artigiano del legno e dell’arredo. La bottega si è evoluta con tecnologie nuove e la progettazione digitale, ma il legno mantiene sempre una giovinezza nel solco della tradizione. Un settore con un futuro: il legno rimane un materiale sempre “nuovo”, capace di inserirsi appieno nel processo della circolarità e della sostenibilità. Tra gli indirizzi di mandato ci sarà forte attenzione alla normativa tecnica dei prodotti della filiera; la semplificazione dei procedimenti per le detrazioni d’imposta per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica; le intese con istituti per la certificazione e le prove nel settore legno; il rilancio della formazione professionale e il rafforzamento del presidio di tutti gli ambiti istituzionali e di rappresentanza in cui Confartigianato legno è presente» ha testimoniato il presidente nazionale della categoria Giovanni Battista Sarnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.