1.500.000 euro per sostenere la libera informazione di radio e televisioni locali della Lombardia

«La libera informazione è importante e deve essere un diritto inalienabile dei cittadini. Per questo motivo oggi in Commissione Affari Istituzionali al Pirellone abbiamo approvato un  emendamento che riconosce l’importante ruolo che svolgono le emittenti radiofoniche e televisive locali». Così i consiglieri regionali leghisti Alessandra Cappellari e Francesco Ghiroldi, rispettivamente Presidente e membro della II Commissione Affari istituzionali di Palazzo Pirelli.

«L’importanza dell’informazione locale non va sottovalutata», spiegano i due consiglieri del Carroccio; «addirittura in tempo di covid le emittenti radiofoniche e televisive lombarde hanno seguito con grande attenzione le vicende legate all’emergenza sanitaria, perché è sul territorio che si toccano con mano i problemi della quotidianità. Queste voci libere si sono attivate subito dando risposta all’esigenza di informazione e di conoscenza manifestata dai cittadini, spesso rivoluzionando i propri palinsesti, raccontando situazioni ed eventi».

«Queste emittenti», spiegano Cappellari e Ghiroldi, «hanno spesso offerto un’informazione di servizio, lontana dalle contrapposizioni politiche, ma vicina al bisogno della gente di essere informata su quanto accade nella propria regione o nel proprio comune. Per questo motivo grazie ad un emendamento al Pdl 140 abbiamo voluto valorizzare il loro ruolo, che vedremo di implementare ulteriormente, prevendo l’istituzione di un Fondo regionale per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione radiotelevisiva locale, finalizzato all’erogazione di contributi economici».

«Per il finanziamento del Fondo», concludono Cappellari e Ghiroldi, «si prevede uno stanziamento di 500.000 euro per ciascun anno del triennio 2020-2022 da erogare in base alle graduatorie stabilite dal Ministero».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.