Al via l’edizione speciale di Fiere zootecniche internazionali

Dal 3al  5 dicembre 2020 in versione digitale interverranno, tra gli altri, il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova,  il Presidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati Filippo Gallinella e l’Assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia Fabio Rolfi

#lazootecnianonsiferma

Cremona, 2 dicembre- La zootecnia non si ferma: lo vogliono mettere in evidenza gli allevatori italiani che il settore non si è mai fermato ed è fondamentale per l’intero sistema-Paese e CremonaFiere diventa ancora una volta il loro megafono. Sarebbe stato il 75esimo anno della manifestazione fieristica riconosciuta a livello internazionale, e forse lo è, anche se in versione digitale a causa della pandemia in corso. Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona non si fermano e propongono una special edition pronta e già ai nastri di partenza, e dal 3 al 5 dicembre coinvolgerà l’intero settore con appuntamenti di carattere tecnico scientifico, approfondimenti, confronti con le voci più autorevoli del settore. Inoltre, il 14 dicembre, andrà in onda, in streaming sui canali di CremonaFiere,  la competizione della migliore selezione genetica (oltre 300 vacche da latte delle razze Holstein, Red Holstein, Bruna e Jersey)  proveniente da oltre 50 allevamenti italiani, prime protagoniste della produzione DOP del nostro Paese.

 

«Questa edizione è stata fortemente voluta dagli allevatori– spiega il Presidente di CremonaFiere Roberto Biloni-. Noi siamo sempre rimasti al loro fianco e ci siamo fatti portavoce delle loro istanze, e nonostante il momento di difficoltà hanno voluto dedicare il proprio tempo alla preparazione dei loro animali per riuscire ad essere presenti alla fiera di Cremona che è vista come punto di riferimento per la zootecnia a livello nazionale e internazionale. Con grande passione, entusiasmo e coraggio abbiamo raggiunto un totale di 51 allevamenti e 300 animali iscritti da 19 provincie diverse da tutte Italia. Questi animali verranno giudicati da due giudici a livello internazionale e poi ci sarà la finale».

A partire da domani i visitatori virtuali, italiani ed esteri, potranno usufruire della rassegna partecipando agli streaming che saranno indicati sul sito http://www.fierezootecnichecr.it tramite dei link di collegamento agli eventi di interesse.

«Saranno le Fiere ad andare dagli allevatori – dichiara il Direttore di CremonaFiere Massimo De Bellis per mostrare al mondo intero, entrando negli allevamenti italiani , sostenibili, innovativi e tecnologicamente all’avanguardia, quanto questo settore sia fondamentale per il nostro Paese. Nel momento in cui tutto era fermo gli allevatori, in silenzio e laboriosamente, continuavano a lavorare dando speranza alla crescita dell’Italia. Per queste ragioni intendiamo, seppure tra le tante difficoltà di quest’anno, continuare a sostenere e dare voce agli allevatori, stando sempre al loro fianco».

Nonostante tutti i problemi e le incertezze creati dalla pandemia anche quest’anno Cremona sarà la capitale italiana della zootecnia con le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona  che rappresentano l’unico appuntamento fieristico internazionale specializzato in Italia sulla zootecnia ad alta redditività e lo strumento più efficace per fare network con i protagonisti del settore agroalimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.