La salute di tutti passa dal rispetto delle regole: irresponsabili le dichiarazioni del presidente della regione

Leggiamo con rammarico le dichiarazioni del Presidente della Regione Lombardia che si esprime in linea con chi intende violare i divieti e le regole pensati dal Governo per la sicurezza nazionale e di tutti i cittadini. In un periodo delicato come quello che stiamo vivendo, con un tessuto sociale chiamato ad una prova di maturità ed un sistema economico ancora più in difficoltà, si conferma l’irresponsabilità e mancanza di senso delle Istituzioni del massimo rappresentante amministrativo in Regione.

“È paradossale che un rappresentante delle Istituzioni avalli comportamenti di questo tipo, che istigano oggettivamente a commettere dei reati.

Abbiamo imparato da tempo che gli spostamenti sono infatti permessi per giustificato motivo (pensiamo alla spesa per i generi di prima necessità o le cure ad un familiare in condizioni di fragilità) perciò chi intende violare i divieti lo fa consapevole delle conseguenze non solo penali che influiranno sulla salute di tutti.

Il Presidente della Regione dovrebbe pensare ai pasticci dei vaccini antinfluenzali anzichè invitare il Governo a programmare per tempo il proprio operato. Non è oggettivamente un buon esempio. A fine agosto le Regioni erano state invitate ad attivarsi con anticipo per la campagna antinfluenzale, ed il risultato è visibile a tutti: i nostri anziani, i malati cronici, i pazienti che il sistema sanitario regionale ha abbandonato, vivono in trincea nell’attesa che arrivino le dosi, oggettivamente in ritardo di almeno due mesi. L’amministrazione del Pirellone scelga perciò di impegnarsi con serietà per il territorio o faccia subito un passo indietro.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.