Castel Mella: nuovi magazzini comunali nei capannoni confiscati, nel ricordo di Paolo Borsellino

Inaugurati il 19 luglio i nuovi Magazzini comunali di Castel Mella, collocati all’interno di due capannoni confiscati alla criminalità. Gli immobili, assegnati al termine di un procedimento penale dall’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati, sono stati attribuiti gratuitamente al Comune di Castel Mella, il quale si è fatto carico della sistemazione e dell’adeguamento degli spazi. I lavori, avviati ad inizio 2021, hanno impegnato l’Amministrazione per oltre 100.000 euro, in parte finanziati grazie al prezioso contributo di Regione Lombardia, mediante un bando destinato proprio ai beni confiscati, nell’ambito del quale il Comune di Castel Mella è risultato assegnatario di un contributo. L’immobile ha inoltre subito, come molti altri nella zona, i danni provocati dalla supercella temporalesca dell’agosto 2019, superando anche tale dura prova.

Grazie agli interventi di adeguamento appena conclusi, è stato possibile ricavare, nei circa 900 metri quadri complessivi dell’immobile, una serie di spazi destinati alle attrezzature, al deposito di materiale per le manutenzioni comunali, oltre agli spogliatoi per gli operatori in servizio, finalità proprie dell’Ente che necessitavano da anni di un nuovo ambiente più adatto allo scopo.

I lavori hanno comportato il rifacimento dell’impianto elettrico, con l’utilizzo di illuminazione a LED a basso consumo, la ridefinizione degli spazi esistenti mediante opere edili, la tinteggiatura, la sistemazione della copertura ed il ripristino funzionale dell’impianto idraulico, nonché la predisposizione di aperture elettriche e di un nuovo impianto di allarme. La progettazione degli interventi e la direzione dei lavori è stata curata direttamente dall’ufficio tecnico, grazie alle professionalità interne al Comune.

“I nuovi magazzini andranno a sopperire ad una reale esigenza dell’Ente, attribuendo una nuova destinazione a spazi che torneranno utili a tutta la collettività. Il lavoro in sinergia tra istituzioni dello Stato ed enti locali ha consentito di ottenere un importante risultato. Poterli inaugurare proprio il 19 luglio, ricorrenza della Strage di via D’Amelio, nella quale persero la vita Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta, ci riempie di orgoglio”. Dichiara Daniele Mannatrizio, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Castel Mella.

“Il recupero di questi spazi da, se possibile, ancora maggior valore e riconoscimento al lavoro delle Forze dell’Ordine e del sistema della Giustizia, incluso il prezioso ruolo dell’Agenzia Nazionale che si occupa di questi beni. Sapere che questi immobili saranno destinati a vantaggio della Comunità di Castel Mella è motivo di grande soddisfazione per tutti noi”. Dichiara Giorgio Guarneri, Sindaco di Castel Mella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.