Piero Sidoti, esce il nuovo album “Amore [fino a prova contraria]”

sabato 14 maggio, esce “AMORE [FINO A PROVA CONTRARIA]”, il nuovo album del cantautore friulano PIERO SIDOTI. Contiene i singoli _”Un Posto”_ (https://www.youtube.com/watch?v=SNDs9sy9Fxc) e _”Cosmico”_

(https://www.youtube.com/watch?v=61MY3TsbqJo&t=2s) usciti nei mesi scorsi.

Il cantautore presenterà la sera stessa all’Auditorium di Talmassons a Udine dalle ore 20:45 lo spettacolo dedicato all’album.

Scritto dallo stesso Piero Sidoti, “Amore [fino a prova contraria] è un album che ha come comune denominatore i sentimenti e le emozioni, dove si cantano storie d’amore imperfette, sbagliate e splendide, ma soprattutto storie d’amore umane.

Lo spettacolo è una meditazione narrata e cantata sotto forma di fiaba, dove le canzoni di Sidoti trovano casa. È un viaggio meditativo per conoscere, prendere consapevolezza e accogliere tutto il nostro mondo interiore, senza forzature, accettando anche le nostre parti più oscure, senza identificarsi con esse e imparando così a lasciare e lasciarsi andare. È un percorso dentro di noi, per rinascere e prendere contatto con la nostra parte più vera.

_«Ogni canzone è una puntata di una grande storia d’amore verso l’esterno e verso noi stessi. Una storia mossa da sentimenti “splendidamente imperfetti” o “erroneamente brillanti”. Questo disco _- racconta Piero Sidoti -_ parla infatti di cose splendide ed imperfette perché è calato nella nostra dimensione di uomini e a tal proposito, trovo che la copertina, fatta dalla fotografa Rebecca Serafini, riesca a cogliere e sintetizzare perfettamente il contest dell’album. Vediamo sia l’amore meraviglioso e perfetto, rappresentato dal volto del David di Michelangelo, sia l’amore umano che ha il volto più fallace e decadente di un qualsiasi uomo, come il sottoscritto. Penso che il nostro capolavoro stia nell’accettare e prendere contatto con le nostre parti più intime (sia quelle meravigliose, sia quelle scure e inconfessabili) e guardarle tutte con amorevolezza, senza paura. Perché la verità è che tutto si è generato dall’imperfezione, dall’anomalia. L’errore appartiene così tanto alla vita e all’essere umano da dire che la locuzione “errare humanum est, perseverare autem diabolicum” per me può essere cambiata in “sbagliare è umano ma perseverare … anche!__”»_

Piero Sidoti, nato a Udine nel 1968, è un cantautore e attore di cinema e teatro. Laureato in Scienze Biologiche, intraprende la carriera di insegnante di matematica e scienze, si avvicina alla musica negli anni ’90 e nel 1998 è tra i vincitori del premio _”Canta l’autore”_ e di tre edizioni del _”Premio Pavanello”_.  Nel 2004 si classifica fra i quattro concorrenti vincitori del _”Premio Recanati”_, è finalista al premio _”L’artista che non c’era”_ e vince il _”Premio Fabrizio De André”_ come miglior poesia in musica e miglior cantautore. Nel 2005 viene premiato come miglior artista non prodotto al _”Festival Domenico Modugno”_ e nel settembre 2008 si esibisce al “_Tenco che ascolta”_ a Provvidenti. Nel 2010 esce il primo album a distribuzione nazionale _”Genteinattesa”_ prodotto da Produzioni Fuorivia, distribuito da Egea e con la prefazione di Lucio Dalla (editore di diversi brani) che segue direttamente Sidoti durante la registrazione del disco e con cui l’artista ha avuto la fortuna di collaborare a partire dal 2004. L’album si aggiudica, nell’autunno del 2010, la _”Targa Tenco”_ come migliore opera prima. Il secondo disco _”Lalala”_ viene pubblicato, sempre con Produzioni Fuorivia, a cinque anni dal primo lavoro. Al disco partecipa Giuseppe Battiston che firma con Sidoti anche la canzone _”Sei meno meno”_. Nel 2020 il cantautore partecipa al film _”Il grande passo”_ di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, Stefano Fresi e Vitaliano Trevisan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.