Compagnia Lyria, il saluto al fotografo Daniele Gussago

Martedì 30 agosto è venuto a mancare prematuramente uno dei pilastri di Compagnia Lyria, Daniele Gussago.

DANIELE GUSSAGO

Nato a Brescia il 28 maggio 1964, dopo la laurea in scienze dell’informazione si dedica con sempre maggiore interesse alla fotografia. Frequenta vari corsi e workshop a Brescia e a Milano (Master Globale presso John Kaverdash School). Dal 2002 al 2014 è fotografo professionista freelance con all’attivo reportage dal Sahara Occidentale, Kosovo, Thailandia, Bielorussia, Romania, Ucraina, Pakistan, India.  Tra i reportage realizzati in Italia si segnalano: il monastero Soto Zen di Fudenji presso Salsomaggiore Terme, la realizzazione della Metropolitana di Brescia, i terremoti di L’Aquila e dell’Emilia. I reportage sono stati presentati in varie mostre e pubblicazioni a livello nazionale e internazionale. Alcune immagini del reportage dal Pakistan sono state presentate in occasione del lancio dell’iniziativa “Decent work, decent life” presso la sede di Bruxelles del Parlamento Europeo. Nel corso del 2008 è stato pubblicato un volume sugli ambienti di caccia della Provincia di Brescia e un libro che presenta il reportage dal Pakistan realizzato per conto della ONG italiana ISCOS-CISL. Ha inoltre collaborato con le ONG Terre des Hommes Italia (Thailandia) e UN Volunteers (Kosovo). Nel 2011 è tra i fondatori, assieme a Giorgio Bianchi, del collettivo Golem Photography che rimane attivo fino al 2016.

Dal 2015 sostituisce la fotografia professionale con la ricerca personale e la produzione artistica Fine Art di cui cura personalmente le fasi di sviluppo e stampa.

Dal 1995 Daniele Gussago è il fotografo ufficiale dell’associazione di danza contemporanea Compagnia Lyria che ha sempre accompagnato e sostenuto nei tanti eventi e progetti, in particolare nelle undici edizioni del Progetto Verziano realizzato presso il carcere di Verziano.

Ha saputo raccontare, con la sua amatissima macchina fotografica, il suo sguardo attento, sensibile e pronto i tanti temi sociali che l’associazione ha portato all’attenzione della cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.