“SAY YEAH” il brano del bassista e compositore emiliano PIER BERNARDI

Da venerdì 9 febbraio è disponibile in digitale il brano “SAY YEAH” del bassista e compositore emiliano PIER BERNARDI.

Il brano, che sancisce il ritorno sulle scene di Pier Bernardi, è il terzo nato dalla collaborazione con la cantante ivoriana PRUDENCE.

 

Say Yeah” è un brano struggente e intimo che racconta una sensazione di desolazione e spaesamento. La protagonista del brano si sente completamente abbandonata a sé stessa nei momenti di disperazione, nei quali “il cuore sanguina” e “il mondo ride” e colei che potrebbe tenderle la mano preferisce ignorare la sua condizione. La disperazione è però interrotta da un urlo, potente e sincero, che distrugge ogni barriera d’indifferenza, rendendo il brano un manifesto di inclusione e di unione sociale e spirituale.

 

Pier Bernardi nasce e vive a Sant’Ilario D`Enza (RE). La carriera artistica di Pier Bernardi, musicista e polistrumentista, è costellata da numerose collaborazioni con artisti di fama nazionale ed internazionale, a partire dal 2012, anno in cui collabora con la storica band italiana Rats nel Metafisico equivoco tour e ottiene riconoscimenti e appoggio dalla critica per il brano Senza Tremore e l’album Attimi dei Malastrana.

Nel corso della sua carriera, compone canzoni per Tiziana Ghiglioni (vincitrice del Premio Tenco)  e Giovanni Amighetti, coinvolto anche nei progetti artistici di Bernardi, tra cui il suo primo album da solista Re-Birth del 2017, registrato al Dudemusic di Correggio con Martin Kent “Ace” (Skunk Anansie) e Michael Urbano.

Pier Bernardi sperimenta, inoltre, dei contesti musicali inusuali, nei quali ha la possibilità di sviluppare il proprio estro creativo, tra cui Art Of Frequency, un ambizioso progetto di ricerca musicale e scientifica nel quale i suoni diventano parte integrante delle conferenze dell’astrofisico e ricercatore della NASA, Michele Vallisneri.

Accanto ad Art Of Frequency, un momento di grande ispirazione compositiva per Pier Bernardi è rappresentato dall’incontro con Faris Amine, bluesman originario nel deserto del Sahara con cui inizia una proficua collaborazione, oltre al lavoro in studio, The Fermi Paradox, nel 2015, con artisti del calibro di David Rhodes, Paolo Vinaccia e Roger Ludvigsen. Sono innumerevoli i musicisti affiancati negli anni da Pier Bernardi tra cui: Mike Campese, Darren Ashford, Paul Gilbert, Dave Holmes, Andrea Fornili, Steff Burns, Maurizio Solieri, Giuseppe Scarpato e Giacomo Castellano. Nel 2021 pubblica insieme alla cantante ivoriana Prudence due singoli, Black and White e Eyes, entrambi parte di un progetto di collaborazione più ampio con l’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.