Alessandro Sipolo il cantautore bresciano presenterà in anteprima al Museo La Licorne di Marsiglia il nuovo disco

A 5 anni di distanza da “Un altro equilibrio”, torna Alessandro Sipolo, cantautore e attivista bresciano che ha coniugato, fin dagli esordi, la vena artistica all’impegno politico e sociale in ambito di diritto alla migrazione, antifascismo e antimafia. Il nuovo disco, il quarto, dal titolo “D’io Matria Vaniglia”, uscirà a settembre 2024, con un percorso di presentazione che partirà stasera, lunedì 18 marzo, al museo La Licorne di Marsiglia.

 

Insieme a 200 studenti, Sipolo è partito da Brescia alla volta di Marsiglia, nell’ambito del progetto Europa@passages, pensato e organizzato dall’associazione I Luoghi, attraverso un itinerario a tappe, sulle tracce della Resistenza europea (Genova-Barcellona-Portbou-Perpignan-Marsiglia-Rivesaltes-Antibes-Brescia). Ad accompagnare Sipolo, i musicisti Omar Ghazouli (elettrica), Paolo Malacarne (tromba) e Daniela Savoldi (violoncello).

 

“D’io Matria Vaniglia è un lavoro sviluppato negli ultimi quattro anni come reazione istintiva alla nuova ondata nazionalista che sta minando e distorcendo, in tutto il mondo, il concetto stesso di democrazia – commenta Alessandro Sipolo – Non potevo desiderare un’occasione migliore per presentarlo: un viaggio internazionale e, direi, internazionalista, insieme a 200 giovani studenti, per ragionare insieme a loro sulla storia, sull’attualità e sulla continua necessità di Resistenza alle derive autoritarie.”

 

Il tour del nuovo album prenderà ufficialmente il via da Brescia venerdì 20 settembre.

 

 

ALESSANDRO SIPOLO – BIO 

 

Alessandro Sipolo nasce in provincia di Brescia nel 1986.

Nel 2013, dopo un anno di lavoro e viaggio tra Perù, Bolivia, Cile e Argentina, rientra in Italia e pubblica il suo primo album, “Eppur bisogna andare”, prodotto da Giorgio Cordini, storico chitarrista di Fabrizio De André. Il disco, concept album sul tema della “resistenza”, intesa sia in senso storico che quotidiano, vince il premio Beppe Gentile 2014 come migliore album d’esordio.

Nel novembre 2015 Sipolo pubblica il suo secondo album, “Eresie”, prodotto con la collaborazione artistica di Taketo Gohara e Giorgio Cordini e impreziosito dalla partecipazione di grandi artisti quali, tra gli altri, Ellade Bandini, Alessandro “Finaz” Finazzo (Bandabardò), Max Gabanizza, Alesandro “Asso” Stefana.

Il nuovo tour ottiene ottimi riscontri da parte di critica e pubblico e vede il cantautore aprire concerti di prestigiose band quali BANDABARDO’, TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, GANG, MAU MAU. “Eresie” rientra tra i 50 finalisti per la Targa Tenco 2016, categoria “miglior disco assoluto” e ” tra i 50 brani finalisti nella categoria “miglior canzone”. Con la canzone “Cresceremo anche noi” Alessandro Sipolo è tra i 4 vincitori di Musicultura 2017 esibitisi in diretta su Rai 1.

Nel marzo 2018 partecipa a ItaliArt, rassegna di arte e cultura italiana a Dijon, insieme ad artisti quali Erri De Luca e Bobo Rondelli. Nel giugno dello stesso anno si esibisce a Parigi, in Place d’Italie, per la Semaine Italienne. Con il brano “Le mani sulla città”, che affronta il tema della presenza ‘ndranghetista nel nord Italia, è tra i 100 artisti selezionati da Musica Contro le Mafie per il libro multimediale “Change your step”, pubblicato il 10 gennaio 2019.

Il 25 gennaio 2019 esce, per le etichette laPOP e Freecom, il terzo album, “Un altro equilibrio”, il cui tour conta più di sessanta date tra Italia e Francia.

Parallelamente all’attività musicale svolge, dal 2010, attività di ricerca, progettazione e coordinamento in materia di sociologia delle migrazioni e sociologia della criminalità organizzata.

È fondatore e coordinatore della rassegna culturale Umanità Migrante e della Scuola Popolare Antimafia di Brescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.