Ghedi: un ponte unisce il paese

Il ponte pedonale che unisce via Brescia e la parte a nord di Ghedi con il quartiere Santa Maria e la parte a sud è diventato finalmente una realtà. Un vero e proprio sogno cullato ormai da tanti anni che si è finalmente trasformato in un prezioso strumento a servizio di tutta la comunità.

 

Sono il sindaco Lorenzo Borzi ed il vicesindaco Giovanni Cazzavacca, che hanno voluto e completato il progetto, a spiegare la novità con motivata soddisfazione: “Si tratta di una struttura molto importante sia dal punto di vista dei collegamenti sul nostro territorio che, in particolare, della sicurezza. Questo ponte, infatti, unisce in un’unica pista ciclabile la zona che si trova a nord di via Brescia e i quartieri collegati con il resto di Ghedi. D’ora in poi chi lo desidera potrà giungere sino al Centro Sportivo pedalando in un’unica pista ciclabile, senza dimenticare che poi, nella zona di via Olimpia, è facile accedere dal Centro Sportivo ad un’altra pista ciclabile con la quale si può giungere sino a Leno”.

 

Un ampio giro tutto a disposizione per gli amanti del pedale che, però, non deve far dimenticare le prioritarie esigenze legate alla sicurezza: “Grazie a questo ponte i ciclisti a Ghedi non dovranno più transitare su strade ad ampia percorrenza, magari risalendo via Brescia via alla rotatoria e poi dirigersi verso il centro, per raggiungere una parte o l’altra della nostra cittadina. Basterà utilizzare questo ponte pedonale/ciclabile per raggiungere in modo facile e sicuro qualsiasi destinazione. C’è poi un’opportunità per la quale siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti a completare questa opera. Si avvicina infatti l’inizio del nuovo anno scolastico e d’ora in poi i bambini ed i ragazzi che abitano nella zona a nord della nostra cittadina potranno raggiungere la loro scuola senza correre alcun pericolo per il traffico, utilizzando un percorso interamente su pista ciclabile. Un divertimento per loro ed una sicurezza in più per le loro famiglie, che potranno così lasciarli andare a scuola in tutta autonomia, ma senza alcune preoccupazione legata alle insidie della viabilità”.

 

L’illuminazione a led rende quanto mai suggestivo nelle ore serali il nuovo ponte che è stato realizzato in pvc per garantire la massima solidità ed efficacia e sovrasta il Naviglio dando vita ad uno scorcio davvero suggestivo. La nuova struttura, il cui costo complessivo, progettazione compresa, è di poco inferiore ai 70.000 euro, si trova quasi a metà di via Brescia, all’altezza dell’ultimo semaforo che è stato lasciato a Ghedi (al fine di permettere di sostenere l’esame nella propria cittadina ai futuri patentati senza dover andare a Brescia). Una via di collegamento che ora unisce direttamente il quartiere Santa Maria e il centro di Ghedi con la zona verso nord e lo stesso quartiere Cave. A breve, proprio per ribadire il carattere di strumento a servizio di tutta la comunità il nuovo ponte sarà inaugurato con tutta la solennità del caso in concomitanza con una manifestazione podistica che permetterà ai ghedesi di conoscere le caratteristiche e le possibili direzioni collegate al “loro” nuovo ponte. Un ponte che unisce sempre di più un’intera comunità e rappresenta una “carta vincente” sulla via della sicurezza per pedoni e ciclisti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *