Cibo sano: riparte il progetto di Coldiretti

Nasce due anni fa con la  collaborazione dell’ufficio territoriale scolastico di Brescia e numerosi partner del mondo agricolo e non solo. Si chiama “il cibo sano per ogni bambino” e quest’anno raggiungerà oltre 15.000 studenti bresciani. Il progetto è stato presentato questa mattina in occasione della conferenza stampa organizzata in Palazzo Loggia alla presenza del Vicepresidente di Coldiretti Brescia Silvano Brescianini, dell’Assessore al Turismo, marketing e moda Lara magoni, del Sindaco del Comune di Brescia Emilio del Bono, di Federica di Cosimo  Referente per l’Area Sostegno all’Autonomia Scolastica dell’Ufficio Territoriale Scolastico di Brescia, di Nadia Turelli responsabile Donne Impresa Coldiretti Brescia e di Davide Lazzari  delegato Giovani Impresa Coldiretti Brescia.

“L’educazione alimentare deve diventare una vera e propria materia di studio – interviene Silvano Brescianini vicepresidente di Coldiretti Brescia – è importante educare le nuove generazioni alla conoscenza dei prodotti del territorio e del vero Made in Italy. Non si tratta solo di offrire ai bambini gli strumenti per leggere in maniera più completa il mondo che li circonda, ma anche per insegnare loro che alla base di una buona salute e di un’alta qualità di vita c’è un’alimentazione equilibrata e legata al territorio”.

Il progetto si propone di fornire spunti e strumenti di riflessione per le principali filiere agroalimentari del territorio; la biodiversità animale e vegetale; il riciclo e la riduzione degli sprechi; diffondere un’adeguata conoscenza della stagionalità dei prodotti agricoli e della provenienza degli alimenti; favorire la conoscenza e la scelta di sani stili alimentari per contrastare sovrappeso e obesità e prevenire i problemi ad essi correlati; promuovere l’acquisto e il consumo consapevole di cibo; avvicinare bambini e ragazzi al mondo rurale attraverso una corretta informazione sul percorso evolutivo dell’agricoltura; l’interazione e integrazione sociale a tavola; analisi sensoriale ed organolettica degli alimenti; l’educazione ad una cittadinanza consapevole, attiva e responsabile.

Al termine di questo percorso saranno gli alunni ad esprimere con un elaborato il bagaglio di conoscenze ed esperienze acquisite nel corso dell’anno e, le più meritevoli, verranno premiate in occasione di una grande festa nel mese di maggio che si svolgerà nel cuore della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *