Verso la tutela delle botteghe e dei negozi storici bresciani

“Corsie preferenziali per l’assegnazione di spazi pubblici, agevolazioni sui tributi regionali e locali, incentivi per il recupero di locali e attrezzature, il sostegno al passaggio generazionale e gli investimenti innovativi, con uno stanziamento di 2.260.000 € per il triennio 2019-2021”. Così Alessio Merigo, Direttore di Confesercenti della Lombardia Orientale, sintetizza i punti salienti del nuovo progetto di legge varato dalla Giunta regionale per la tutela delle botteghe, dei negozi e dei locali storici della Lombardia.“Una legge su cui proprio Confesercenti ha insistito con vigore – riprende Merigo, sollecitando Palazzo Lombardia già dalla scorsa legislatura e partendo dalla nascita di una nuova Associazione in seno alla Confesercenti, Botteghe Storiche di Lombardia”.

Si tratta di un buon punto di partenza, che affronta tutte le questioni sollevate dall’Associazione e va oltre i riconoscimenti onorifici. Confesercenti confida che i giusti principi tracciati dal progetto di legge possano essere ulteriormente dettagliati durante il confronto in Consiglio regionale, anche prescrivendo una tutela per le insegne storiche in locazioni presso privati (sulla scorta di quanto già disposto dal Comune di Firenze).

“Botteghe Storiche di Lombardia – sottolinea, in rappresentanza della sezione bresciana dell’associazione, Anna Festini Consoli del negozio Fema Sport di Corso Garibaldi a Brescia, con oltre cento anni di anzianità d’impresa – non farà certo mancare proprio ora il proprio apporto a questo progetto che ha con costanza perseguito e stimolato in ogni sede. Anche la sezione bresciana si prodigherà per dare attuazione al nuovo strumento col coinvolgimento dei Comuni, e quindi anche del Comune di Brescia, territorio sul quale sono dislocate tante insegne storiche di tradizione, che meritano attenzione e valorizzazione in quanto parte importante del patrimonio della nostra comunità”.

Pier Giorgio Piccioli, Presidente di Confesercenti della Lombardia Orientale, commentando favorevolmente il nuovo PDL evidenzia la disponibilità e l’attenzione riservata alle richieste dell’Associazione da parte di Alessandro Mattinzoli, Assessore regionale allo Sviluppo Economico, che è stato il proponente del provvedimento: “In Mattinzoli Confesercenti ha trovato un interlocutore attento e disponibile. Confidiamo che anche nel percorso in Consiglio regionale l’Assessore attivi un tavolo permanente di confronto con le Associazioni, raccogliendo il loro contributo per una “battaglia culturale” che auspichiamo possa trovare la giusta conclusione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *