Stasera storica semifinale al San Filippo di Coppa Italia Volley

La Centrale Sferc McDonald’s affronta la sua prima Semifinale di Coppa Italia questa sera alle 20.30 al San Filippo contro Gas Sales Piacenza, corazzata del girone blu che ha battuto Reggio Emilia ai Quarti. Scontro tra highlander del volley nazionale: Cisolla vs Fei. Abbonamenti validi

La stagione più sorprendente della Centrale del Latte Sferc McDonald’s sarà impreziosita mercoledì 23 dalla prima storica semifinale di Coppa Italia, contro Piacenza, con fischio di inizio alle 20.30 al San Filippo.

Un traguardo non cercato, ma più che meritato dalla formazione bresciana, che avrà di fronte una Gas Sales forte di giocatori con esperienza di Superlega –l’opposto Fei, il regista Paris, il libero Fanuli e il centrale Tondo (entrambi ex Revivre) e Andrea Canella (ex  Kioene) – o di serie A straniere, come il russo Yudin e lo sloveno Klobucar, recuperato da poco dopo un lungo stop.  Completano il roster il centrale Copelli, giovane talento a Lagonegro la stagione scorsa, e la banda Mercorio, giocatore che dà grande equilibrio in campo.

La squadra di Massimo Botti arriva da una striscia di otto successi consecutivi tra campionato e Coppa e sinora nel girone blu ha perso due soli incontri, con Gioia del Colle (cui ha restituito il favore nel turno di domenica) e al tie break con Castellana Grotte. Tondo, di nuovo posizionato nel suo ruolo, sembra decisamente a suo agio al centro e ha messo a referto 20 punti nel big match contro Catania qualche settimana fa. Copelli, suo giovane compagno di reparto, ha sinora messo a terra 36 muri; Fei, compagno di Cisolla nella Sisley che vinceva tutto, è un opposto micidiale, così come le due bande straniere, oltre a Mercorio. La squadra di Botti sembra non avere punti deboli. Sarà una sfida con un tasso tecnico altissimo, nella quale tutta la pressione dovrebbe essere in capo alla corazzata emiliana, costruita per centrare promozione e Coppa. La tensione nervosa potrebbe essere un alleato per la Centrale Sferc McDonald’s, assieme al pubblico amico del San Filippo.

Brescia può giocare tranquilla, con la consapevolezza di avere già regalato alla città un traguardo storico, e può godersi la partita, provando a scardinare la macchina emiliana con spregiudicatezza. “Spero che entreremo in campo leggeri, godendoci il piacere di giocare un match come questo con Piacenza – si augura coach Zambonardi –  Siamo onorati di poterlo fare davanti al nostro pubblico e siamo anche orgogliosi perché, se siamo arrivati fino a questo incontro, significa che ce lo siamo meritato. Con questa consapevolezza e un approccio alla partita che lasci spazio solo al gusto di giocare, sono sicuro che ci divertiremo”.

“Piacenza è superiore sulla carta, ma un buon organico non basta: deve anche funzionare bene – sorride Simone Tiberti – Il favore del pronostico non significa sempre avere la meglio.. ne sappiamo qualcosa noi per primi, che domenica abbiamo dovuto recuperare due set con Lamezia”.

Alberto Cisolla: “Piacenza è la squadra più forte della serie A2 e con l’organico più fisico. Forse non stanno ancora esprimendo al massimo il loro potenziale, ma noi non abbiamo nulla da perdere e lasciamo il carico e la pressione sulle loro spalle. Pensiamo a giocare liberi un’altra partita di alto livello e vediamo cosa dice il campo”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *