Agriturismi, Rolfi: nelle strutture lombarde solo prodotti lombardi

“Nelle prossime settimane la Regione Lombardia proporrà una modifica al Testo unico dell’agricoltura per arrivare a un principio semplice: negli agriturismi lombardi devono esserci prodotti lombardi. Dobbiamo alzare il livello qualitativo, l’identificazione con il territorio e, soprattutto, la differenziazione tra agriturismo e ristorante”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, intervenuto, questa mattina, a Capriolo (BS), agli ‘Stati generali degli agriturismi lombardi’.

“La nostra intenzione di alzare la soglia minima dei prodotti aziendali e arrivare al 100 per cento dei prodotti lombardi – ha sottolineato Rolfi -. Soprattutto per vini e formaggi voglio introdurre la regola di soli prodotti della Lombardia, perché gli agriturismi devono essere ambasciatori dei prodotti del nostro territorio. Gli agriturismi sono in forte crescita e la Lombardia è una meta turistica da sfruttare. Il turista cerca sempre di più una esperienza sensoriale e per questo dobbiamo puntare sulla distintività della nostra offerta agrituristica”.

VALORIZZARE VERI AGRITURISMI – “Nella nostra regione ci sono quasi 1.700 strutture – ha ricordato l’assessore -. Alzare la soglia minima dei prodotti locali significa anche bloccare i furbi che si nascondono dietro all’etichetta di agriturismo e valorizzare quindi chi crede davvero in questa attività “.

DIFFERENZIARE L’OFFERTA PER MAGGIORE ATTRATTIVITA’ – “Allo stesso tempo – ha concluso Rolfi – dobbiamo aiutare la categoria a migliorare l’offerta, aumentando la ricettivit , perch tanti agriturismi sono senza posto letto, e qualificando gli stessi con altre attività che sappiano rendere ancor più attrattiva l’offerta: agri asilo, agri fitness, attività culturali e didattiche sono da sviluppare per alzare la qualità , integrare l’attività agricola con il territorio e rendere ancora più interessante i nostri agriturismi per una utenza sempre più attenta ed esigente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.