In Lombardia cresce il florovivaismo: +17%

Aumenta il numero delle imprese florovivaistiche in Lombardia, che solo per quanto riguarda floricoltura, cura del paesaggio e manutenzione del verde hanno raggiunto quota 7 mila, con un incremento del 17% negli ultimi 5 anni. E’ quanto emerge da un’elaborazione della Coldiretti regionale su dati della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi in occasione del summit su green economy e gestione del verde organizzato da Coldiretti Lombardia e da Assofloro Lombardia nell’ambito dell’expo internazionale Myplant & Garden. L’appuntamento è per oggi, giovedì 21 febbraio alle ore 16, presso il Padiglione 20 di Fiera Milano Rho-Pero.

 

In particolare, in provincia di Brescia   sono presenti 930  aziende –  che si occupano di floricoltura e manutenzione del verde –  danno lavoro a oltre 2.400 persone sugli oltre 16.000 addetti a livello regionale e registrano un fatturato prossimo ai 60 milioni di euro.

 

Il convegno di Milano – precisa la Coldiretti regionale – farà il punto su florovivaismo sostenibile, gestione del verde urbano e strumenti di incentivazione, come il “bonus verde” che prevede detrazioni del 36% per la cura del verde privato. Una misura strategica per la lotta all’inquinamento e alle polveri sottili, perché di fronte all’evidente cambiamento del clima in atto – sostiene la Coldiretti – non si può continuare a rincorrere le emergenze, ma bisogna intervenire in modo strutturale. Una pianta adulta, infatti, è capace di catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili e un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno.

 

In Fiera interverranno Nada Forbici, Presidente Assofloro Lombardia; Alessandra Stefani, Direttore generale delle Foreste del Ministero dell’Agricoltura; Marco Frey, Presidente del Comitato scientifico di Fondazione Symbola; Patrizia Menegoni di Enea, Agenzia per le Nuove tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo sostenibile; Silvia Scabini di AssoGreen; Piero Pelizzaro, Direttore Città Resilienti del Comune di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *