Atlantide Pallavolo: Scontro diretto da urlo, Brescia esulta!

La Centrale Sferc McDonald’s risorge dopo un primo set carico di tensione, riesce a scrollarsi di dosso i fantasmi e gioca in modo convincente e spettacolare, conquistando  i tre punti del primo scontro diretto di  questo finale di stagione. Milan MVP, menzione speciale per Candeli

Il fattore campo (inverso) viene finalmente sfatato! Brescia e Spoleto, scontratesi sinora cinque volte in serie A2, hanno sempre battuto l’avversaria fuori casa: domenica sarebbe toccato alla Monini dare una delusione ai mille del San Filippo, ma, nonostante un avvio da brividi, i Tucani sono riusciti a conquistare una vittoria convincente e sofferta, che ridà morale e brio a un grande gruppo.

Starting six Monini: Zoppellari e Padura Diaz sulla diagonale principale, Mariano e Ottaviani laterali; Aguenir e Zamagni al centro con Santucci libero. Zambonardi schiera la sua formazione tipo con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic e Scanferla libero.

Spoleto spinge forte da subito al servizio e mette pressione ai Tucani: Padura Diaz strappa con un ace il 5-9. La Centrale Sferc McDonald’s patisce in ricezione e non trova la reazione: dopo il primo time out arrivano un buon muro di Cisolla su Padura Diaz e il primo ace di Mijatovic (9-12). Spoleto vola 9-16, complice la difesa bianco blu che sembra ipnotizzata. Rodella entra in ricezione per Cisolla, Milan riesce a piazzare una pipe e accorcia (11-16). Il muro di Tiberti su Ottaviani ridona vigore a Brescia che arriva 16-19, ma Padura Diaz è implacabile da seconda linea (17-22). L’ace di Aguenir lasciato cadere a metà campo è un brutto segnale che agevola il successivo, quello che costa il 18-25.
Cisolla ferma Zamagni e pareggia a 3. Brescia è tornata in campo meno contratta, più convinta e concreta, con Bisi a rispondere colpo su colpo a Padura Diaz. Candeli rileva Mijatovic e il muro di Brescia torna agli antichi fasti, con Cisolla a stampare l’opposto di Spoleto due volte (11-10). Valsecchi batte il muro a tre (14-15), Milan e Bisi piazzano un diagonale potente a testa (17-18), costringendo Tardioli al time out. Milan fa un miracolo in difesa e Candeli lo ricompensa, agguantando il pareggio a 18 e siglando un altro punto a seguire. Spoleto vacilla. Crosatti entra in battuta e fa svoltare il finale: il muro bresciano si erge contro Padura Diaz due volte. Valsecchi sigla il 23-21. L’ace di Crosatti vale il primo set ball, l’errore di Mariano dai nove metri vale invece il set.
Terzo parziale in equilibrio: Milan con una palla intelligente dietro al muro piazza l’8-7,. Candeli ferma finalmente Aguenir e fa il primo mini break (13-11); Tiberti recupera in difesa e Bisi non perdona; Milan prende il tempo all’opposto olearo e prova a far volare i Tucani (16-12). Spoleto non molla, ma Valsecchi carica due volte il braccio (21-18). Rientra Ottaviani per Rosso, mentre in campo bresciano Rodella e Crosatti aiutano la ricezione. Candeli è affamato in prima linea e si prende il 23-19. Padura Diaz in rete consegna il terzo set a Brescia.
In avvio Mariano deve uscire per infortunio ed entra Fedrizzi al suo posto. Valsecchi stampa Padura Diaz e Bisi mette l’ace del 3-2; Spoleto sbaglia qualcosa, ma è Brescia ad avere cambiato marcia e a condurre il match. Doppio Milan dai nove metri (10-6), poi un paio di errori riavvicinano gli oleari (11-10) e si torna a viaggiare sul filo. Un servizio fortunato di Candeli e una palletta millimetrica di Bisi spezzano le gambe a Spoleto (20-17), beffato da Tiberti che attacca di prima intenzione (22-18). Finale al cardiopalma, con un paio di errori che riportano sotto la Monini: al quinto set ball e con una diagonale improbabile, è Bisi a chiudere e ad esplodere di gioia insieme al San Filippo! Milan è MVP con 18 punti (2 ace e 3 muri), ma Candeli si merita una menzione d’onore.

Zambonardi: “Grande reazione di squadra dopo un primo set molto contratto: bravo a chi è entrato dalla panchina perché, oltre a dare un contributo in campo, ha permesso a chi ne aveva bisogno di scrollarsi di dosso la tensione. Una menzione speciale per Nicola Candeli, che sta crescendo tanto e oggi ha dato un apporto decisivo”
Bisi: “L’iultimo punto è stato fortunato, ma è stato bellissimo: ci ho messo tutto me stesso, come in tutta la partita, e spero si sia visto oggi. E’ stato un match da giro di boa, che chiude  un periodo in cui stavamo facendo fatica in alcune situazioni – inutile negarlo – e che psicologicamente ci fa un gran bene”.
Milan: “Una grande vittoria di cui sono contentissimo. Dopo il primo set non era facile riprendersi, ma forse abbiamo finalmente imparato a convivere con il fatto che questo campionato di A2 prevede vittorie e sconfitte, momenti di forma e momenti più complicati. Abbiamo reagito con una buona prova e con un gran carattere”.

Tabellino
CENTRALE SFERC McDONALD’S  – MONINI SPOLETO 3 – 1
(18-25; 25-22; 25-19; 25-23)

Brescia: Tiberti 3, Bisi 19, Cisolla 13, Milan 18, Valsecchi 8, Mijatovic 2, Scanferla (L),  Candeli 7, Crosatti 1, Rodella. N.e.: Catellani Signorelli, Bergoli, Bettinzoli. All. Zambonardi

Monini Spoleto: Zamagni 7, Mariano 8, Zoppellari, Padura Diaz 29, Ottaviani 9, Aguenier 11, Santucci (L), Rosso, Fedrizzi 1 . N.e.:  Katalan, Segoni, Festi, Di Renzo (L), Costanzi. All: Tardioli
Muri: Brescia 14, Spoleto 6
Ace: Brescia 7, Spoleto 3
Battute sbagliate: Brescia 14, Spoleto 17
Brescia: attacco 52%, ricezione 46% (perfetta 19%)
Spoleto: attacco 56%, ricezione 51% (perfetta 22%)

Durata set: 25’, 27’,28’, 34’. Totale: 1 h 54.
Arbitri:  Sergio Jacobacci e Massimiliano Giardin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *