Bagnolo Mella: la Statua dei Caduti trasloca

A Bagnolo Mella sta per trovare la soluzione desiderata una questione che ormai da diversi anni sta interessando molte persone.

Con un’apposita cerimonia, inserita nel programma delle celebrazioni in programma per la ricorrenza del 25 aprile, sarà infatti inaugurata la nuova collocazione del monumento che per anni ha fatto bella mostra accanto alla “Casa del Popolo” e che ora, dopo la chiusura dell’edificio di viale Memoria e la conseguente minor visibilità della statua in questione, troverà spazio nella centrale piazza della Resistenza.

Proprio nella piazza dove ogni sabato si tiene il mercato settimanale ed è quindi un punto di frequente passaggio per i bagnolesi, il monumento, già posizionato da alcun i volontari, verrà ufficialmente inaugurato, di fronte alla stele dedicata alla Resistenza.

Sono queste, in estrema sintesi, le linee guida di una vicenda che ha destato notevole interesse tra i bagnolesi, prendendo spunto dalle condizioni della statua che è stata eretta nel 1972 ed è rimasta, visibile e cara a tutta la comunità, accanto alla “Casa del Popolo” fino al 2008.

In seguito il luogo è diventato oggetto di una graduale dimenticanza, spingendo molti bagnolesi, a cominciare dagli esponenti dell’ANPI, a sollecitare il dibattito volto a trovare una nuova adeguata collocazione ad un monumento che nel corso degli anni ha assunto molteplici significati. In origine, in effetti, la statua, appositamente realizzata a Milano, è stata dedicata ai caduti sul lavoro. Proprio l’idea di rendere omaggio ai lavoratori è stato il punto di riferimento originario di questa scultura che in seguito ha voluto ricordare anche la Liberazione e, ancora più recentemente, si è “arricchita” di una targhetta con la quale si intendono onorare i caduti della strage di piazza della Loggia a Brescia.

Il tutto per un’opera che ha visto tra i suoi promotori Lorenzo Panni e la stessa sezione bagnolese dell’ANPI che, per ricordare il commilitone scomparso, ha cercato di trovare una nuova collocazione più adeguata al monumento in questione.

Un desiderio che, grazie alla collaborazione tra la tenace volontà di Alessandro Piovanelli, presidente onorario dell’ANPI bagnolese, e la disponibilità dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Cristina Almici, è finalmente sul punto di diventare una bella realtà. I volontari hanno già terminato la sistemazione del monumento nella nuova area riservata in piazza della Resistenza e, a questo punto, non manca che il fatidico taglio del nastro già fissato per giovedì 25 aprile. In quella giornata la comunità di Bagnolo Mella potrà “riappropriarsi” di una statua che negli ultimi anni ha rischiato seriamente di finire nel dimenticatoio e che, invece, d’ora in poi rimarrà nel cuore del paese a ricordare a tutti i passanti i suoi valori di impegno, di sacrificio e di libertà.

“Volevamo ricordare l’amico Lorenzo Panni restituendo il meritato risalto a questo monumento – ha sintetizzato Alessandro Piovanelli, il principale promotore dell’iniziativa – E’ una statua che ricorda valori che sono per tutti. Anche per questo siamo molto contenti e ringraziamo tutte le persone che hanno reso possibile questa nuova collocazione”. Soddisfatta anche Cristina Almici, sindaco di Bagnolo: “Abbiamo accettato di collaborare ben volentieri per questa iniziativa che ha permesso di riportare nel cuore della nostra cittadina una statua sicuramente cara a molti e che si trovava ormai ai margini. Nella nuova collocazione di piazza della Resistenza può essere ben visibile a tutti i bagnolesi e tornare a rivestire l’importante ruolo che le spetta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *