Volley, Brescia di Bronzo alle Kinderiadi

Brescia di Bronzo al Trofeo dei Territori – Kinderiadi che si è tenuto in Oltrepò Pavese sabato 8 e domenica 9 giugno.

In campo le rappresentative maschili e femminili dei nove “territori” lombardi (corrispondenti alle province esclusi Cremona-Lodi e Milano-Monza-Lecco).

Quindici ragazze, Under 14, e quindici ragazzi Under 15 hanno portato i colori bresciani in una due giorni dai ritmi serrati.

Giunti nel pavese venerdì sera, la sveglia suona presto: i maschi aprono i giochi a Voghera alle ore 9.
Vittoria senza troppi problemi su Cremona-Lodi (2/0; 25-17 25-20) e un confronto combattuto con Varese, che ha la meglio sui bresciani per 2-1 (22-25 25-20 15-9).

Le ragazze giocano a Stradella seconda e terza partita, dopo un ribaltone iniziale: Cremona-Lodi batte Bergamo, testa di serie e favorita, sconvolgendo i pronostici.
Bergamo – Brescia non parte al meglio per le atlete bresciane e il primo set finisce 25-23.
Con il cambio di campo variano anche i ritmi, il secondo parziale termina 14-25 senza che le avversarie riescano a entrare in gioco. Il terzo set è sempre bresciano, consegnando la prima vittoria femminile.
Secondo match a senso alternato, con il secondo inizio buio delle Leonesse (15-25), un ottimo secondo, trainato dall’alta efficienza del nostro servizio (25-14), e la sconfitta sopraggiunta all’ultimo (13-15) dopo dubbi episodi arbitrali in un momento decisivo.

La formula del torneo ci consegna il secondo posto nei gironi della mattina: dopo pranzo si formano tre nuovi gironi, ognuno formato da una prima, una seconda e una terza.
Alle ragazze di Bianchin, a Broni, toccano Como e Varese, testa di serie e favorita per la manifestazione, i ragazzi di Antonini fronteggiano a Rivanazzano Sondrio e Bergamo, come i nostri tra le più quotate per le prime posizioni.

Le seconde linee bresciane archiviano in breve tempo la pratica Sondrio, formata da atleti giovanissimi e molto meno esperti, con un notevole 13-25 8-25.
Il confronto che segue è di tutt’altra caratura: i bergamaschi sono una formazione temibile, formata da elementi di buon valore tecnico e fisico.
Lottando su ogni palla, punto a punto, i giovani di Antonini si aggiudicano il primo parziale 25-23 e sembrano pronti a ripetersi nel secondo.
Un’improvvisa indisponibilità per Brescia e la reazione decisa di Bergamo riaprono la partita, che dopo una serie di fughe e recuperi di entrambe le formazioni si porta sull’1 a 1 (23-25).
Nessuno è disposto a cedere e il tifo infiamma la piccola palestra di Rivanazzano, ma sono i bresciani a spuntarla, trainati dai punti di Biemmi e Zamboni (15-13).

Sembra semplice la prima sfida pomeridiana delle ragazze, ma Como non la pensa così e manca di pochissimo la vittoria di un set: il primo termina 23-25 e il secondo 25-27, con una prestazione opaca delle Leonesse.
La giornata delle nostre giovani si chiude in salita, perché dopo aver visto sfumare ai vantaggi il primo parziale con Varese (25-27), si devono arrendere anche nel secondo (21-25), giocando al di sotto delle proprie potenzialità in un clima viziato dalle provocazioni avversarie.

La classifica avulsa, che comprende tutti i punti di giornata, consegna responsabilità ai bresciani: con 12 i maschi sono terzi e le femmine con 8 sono quarte.
Le semifinali per i primi quattro posti si tengono alle 9 di domenica, nel maschile di nuovo Brescia – Bergamo, stessa semifinale dello scorso anno, mentre nel femminile l’avversaria è la favoritissima, e prima in classifica, Milano-Monza-Lecco, territorio esteso e che comprende la formazione vicecampione d’Italia (Visette).

 

I ragazzi non riescono a ripetersi, cedendo il primo set ai vantaggi (26-28) e incontrando maggiori difficoltà nel secondo, che consegna a Bergamo la finale 1-2 posto (21-25).
Qualche problema in ricezione e la mancanza di cattiveria nel finale fanno sfumare la Finalissima, dopo il secondo gradino del podio della scorsa edizione.
Nella seconda e ultima partita arriva il bronzo, vincendo con i padroni di casa di Pavia in due set (24-26 16-25).

Assolutamente incredibile l’inizio dell’incontro con Milano delle Leonesse, che lascia senza parole i tifosi meneghini: le bresciane dominano 14-5, costringendo a cambi e timeout le avversarie.
Nel primo set la reazione milanese non basta, e il 25-20 porta con sé la speranza di un sogno che si avvera.
Nonostante l’impeccabile prestazione di Brescia, Milano-Monza-Lecco si porta avanti e si appresta a chiudere (24-19). Penocchio non ci sta, e con un lungo turno in battuta ribalta l’inerzia del set (24-24).
L’impresa sfuma di pochissimo, con un 24-26 che lascia aperte molte possibilità.
Il terzo set è una lotta, in campo per l’ultima palla e sugli spalti a suon di cori (Mantova non ha dubbi e sostiene da subito le nostre), con un clima che non si assaporerà neanche nella finalissima.
Sul 12 pari un salvataggio-punto avversario che ha dell’incredibile e mette il turbo a Milano, che chiude 15-13.
Dopo aver visto sfumare i primi gradini del podio, Populini e compagne sono decise: per consolarsi serve il bronzo.
Sul loro percorso torna Cremona-Lodi, allenata da Leo Barbieri, che stavolta deve arrendersi a una nuova prestazione di qualità da parte delle bresciane (2-0; 25-13 25-18).

Il pomeriggio incorona Milano-Monza-Lecco vincitore sia nel femminile sia nel maschile, superando nel primo Varese e nel secondo Bergamo.

Il Comitato Territoriale di Brescia esprime soddisfazione per questi buoni risultati, possibili solo grazie alla collaborazione di tutte le società.
Il Trofeo dei Territori giunge verso la fine di una intensa stagione di volley, che ha portato divertimento e sana competizione nel territorio bresciano.
Le Rappresentative convogliano un messaggio fondamentale: dopo essersi misurati tutto l’anno uno contro l’altro, su ogni palla, con la propria maglia di club, è importante trovarsi assieme, uniti dalla passione per la pallavolo e dalla voglia di indossare i simboli della propria provincia.

 

SELEZIONE FEMMINILE (Under 14): Andreis, Bendotti, Bergamaschi, Bossini, Danesi, Gavezzoli, Moreni, Okonofua, Penocchio, Populini, Salamone, Sandrini, Scaluggia, Tagliani, Villa.

All. Bianchin Claudio, Cò Francesca, Squassina Erika.
Accompagnatore: Biasin Paolo

SELEZIONE MASCHILE (Under 15): Belpietro, Biemmi, Bonomi, Dalbon, Donadoni A, Donadoni F, Frignani, Ghirardi, Lusardi, Pasini, Pelissero, Pinna, Ravera, Zamboni, Zaniboni.

All. Antonini Luca, Baroncini Alessio.
Accompagnatore: Pezzaioli Giovanni

 

Quattro arbitri bresciani hanno partecipato all’evento, Paola Pederzani, Antonio Moscardi, Alessandro Pinzo e Laura Rodofile (che è stata il secondo arbitro della Finalissima 1-2 posto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *