Quale futuro per l’infanzia?

Appuntamento per il 23 novembre all’Auditorium San Barnaba a Brescia. Convegno: “Quale futuro per l’infanzia?”

Si confronteranno Franca Pinto Minerva, Alessandro Volta, Anna Oliverio Ferraris e Bruno Tognolini. I saluti istituzionali dell’Ass. Roberta Morelli e di Rosa Giudetti, Presidente di Associazione Montessori Brescia apriranno i lavori. Educazione e prevenzione gli strumenti per rispettare la crescita e contrastare fenomeni di devianza.

 

30 anni di Diritti dell’Infanzia: che cosa è cambiato e che cosa resta da fare? Se ne parlerà nel corso del convegno “Quale futuro per l’infanzia. Risultati e prospettive a 30 anni dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza”, in programma sabato 23 novembre a Brescia all’Auditorium San Barnaba (piazza Benedetti Michelangeli), dalle 9.00 alle 13.00. L’incontro, promosso da Associazione Montessori Brescia con il Patrocinio di Regione Lombardia, Comune e Provincia di Brescia e di Opera Nazionale Montessori, intende sviluppare una riflessione sulla necessità di maggiore tutela dell’infanzia nella società moderna, a fronte delle sfide che l’uso diffuso tra gli adolescenti delle tecnologie digitali e l’ingresso all’età adulta anticipato, impongono. Focus del convegno sarà infatti il diritto dei bambini ad una educazione responsabile. Nel corso dell’incontro, dopo i saluti istituzionali di Roberta Morelli, Assessore alle Pari Opportunità e Rosa Giudetti, Presidente di Associazione Montessori Brescia, si confronteranno esperti autorevoli: Franca Pinto Minerva, docente di Pedagogia dell’Università degli Studi di Foggia, con l’intervento “Il bambino nell’era del digitale. Il bisogno di fiabe”, Alessandro Volta, pediatra con “I diritti dei bambini e le neuroscienze”, Anna Oliverio Ferraris, psicologa e psicoterapeuta con “Accelerati e immaturi: lolite, bulli e solitari” e il poeta e scrittore Bruno Tognolini, con “Restituire ai bambini il maltolto”. Introduce e modera Gianluca Foglia Fogliazza, illustratore. Si rende fondamentale contribuire a diffondere una cultura che protegga il tempo dell’infanzia e dell’adolescenza e che promuova la dimensione educativa orientata alla prevenzione del disagio e della marginalità dei ragazzi e finalizzata al loro benessere.  La partecipazione al convegno – con iscrizione obbligatoria ed il contributo di dieci euro – è riservata a genitori, educatori, docenti, pediatri, studenti, ostetriche, volontari e a tutti gli operatori che, a vario titolo, svolgono un ruolo educativo. Per iscrizioni: www.montessoribs.it.

 

ASSOCIAZIONE MONTESSORI BRESCIA

L’Associazione Montessori Brescia è impegnata nella formazione dei docenti con metodo Montessori e con iniziative di carattere culturale nella promozione del rispetto dell’infanzia, dell’adolescenza e della dignità della donna. www.montessoribs.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *