Peimar Calci: la temibile esordiente ospite domenica al San Filippo

I Tucani puntano sempre a giocare come sanno, senza badare troppo a chi c’è oltre la rete, ma la Peimar Calci – affacciatasi alla serie rilevando i diritti di Livorno – è una squadra che smuove curiosità e interesse, perché è la debuttante che sta mettendo alle corde ogni avversario, grazie probabilmente all’entusiasmo di chi sa che sta vivendo una grande opportunità senza pressione sugli obiettivi e grazie certamente ad un gruppo che funziona bene insieme e nei singoli reparti di gioco.

La matricola toscana si presenta con un curriculum di tutto rispetto: con 10 punti in classifica e una gara da recuperare, ha già battuto Bergamo, Lagonegro, Mondovì e Cantù, vincendo tre dei quattro tie break cui ha trascinato le sue avversarie e cedendo solo a Siena nella prima giornata. Coach Gulinelli ha messo insieme un roster completo in ogni fondamentale; la regia è nelle mani di Coscione – venti anni di esperienza in Superlega – incrociato ad Argenta, opposto giovane, ma già protagonista a Modena e Ravenna coi suoi 206 cm. Gli attaccanti laterali sono Fedrizzi – ex Spoleto e Siena – e Lecat, il belga di casa in Superlega con Vibo e Verona e autore di 29 punti nell’ultimo match. Barone è il pilastro del reparto centrale – dieci anni nella massima serie per lui – ed è affiancato dal talento di Mosca, ex Club Italia, 205 cm e 19 anni. Il libero è Tosi. Un’esordiente che sta interpretando al meglio la parte, con individualità importanti che hanno al servizio e a muro armi micidiali.

“So che sembra che ripetiamo un mantra, ma il campionato di quest’anno ci oppone ogni domenica avversari molto forti – attacca Simone Tiberti –. La Peimar è tra le quattro che per me sono candidate alla promozione, ha giocatori di grande esperienza: il primo a cui penso è il palleggiatore Coscione, che ha tanta Superlega nelle mani e non a caso è il fulcro della squadra. Noi stiamo giocando bene e lo facciamo divertendoci: vincere aiuta a vincere e noi andremo in campo davanti al nostro pubblico per muovere ancora qualche punto. Cerchiamo di metterne in cassaforte il più possibile, sfruttando il nostro buon momento, perché la stagione non darà tregua”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *